Il libro di Giulia Paola Di Nicola su Maria, “rivoluzione incompiuta”

Ancora un libro su Maria? Anche no, verrebbe da dire… Oppure sì, specie se si tratta di un libro nuovo. Intendo: non il solito rincorrersi di pietistiche riflessioni di stampo devozionale di cui tante pagine mariane sono stracolme, ma il frutto di uno sguardo nuovo, da donna a donna, anzi da sociologa a donna.

Ed è così che, se il sottotitolo Rivoluzione incompiuta allude provocatoriamente al canto del Magnificat, un canto di liberazione e riconciliazione tra cielo e terra che ancora non vede il compimento della profezia annunciata, d’altra parte, compiuto appare il proposito che Giulia Paola Di Nicola sembra porsi con questa sua, davvero inedita, fatica: coniugare il sapere teologico e sociologico con la sensibilità di una donna che in primo luogo legge Maria in quanto donna e poi anche come sposa del Padre, madre del Figlio, tempio dello Spirito.

Vincente l’idea di dividere ciascun capitolo in due sezioni in cui, in un continuo parallelismo, i più classici temi mariani e i tratti salienti della vita di Maria sono successivamente riletti in chiave interdisciplinare e attualizzante: nella prima sezione, Giulia Paola Di Nicola – sorprendendo chi non la conosce – mostra il suo saldo sapere teologico, riccamente nutrito di ricchi riferimenti biblici, patristici e magisteriali; nella seconda, emerge il colpo d’ala della sociologa che da decenni ci ha abituato a letture sempre ficcanti e originali, ugualmente equidistanti da posizioni di sagrestia come da quelle di certo femminismo esasperato.

Quatto i capitoli di Ben più che Madonna: L’Amata, Dio “mendica” il consenso, La Chiesa nascente, Con Giuseppe, una famiglia.

Al termine di tale percorso, nelle pagine significativamente intitolate Per concludere e rilanciare, si legge: “Riconosciuta o disconosciuta, più o meno patente o nascosta, Maria è stabilmente nell’identità cristiana ad accompagnare e sostenere la fede. Indicatori sociali e culturali registrano e prevedono un acuirsi della notte della fede: ateismo pratico, agnosticismo, indifferenza, rifiuto della Chiesa. Cresce l’esperienza dell’assenza di Dio nello sgomento per il suo silenzio di fronte agli orrori della grande storia e di quella di ciascuno. Nel sentire comune Maria rivolge il suo sguardo di premura e di tenerezza a quanti avvertono il buio della fede e si sentono esclusi dal tempio o se ne allontanano deliberatamente» (pp.329-330).

***

G.P. Di Nicola, Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta, Effatà Editrice, Cantalupa (TO) 2021, pp.343, €18,00, ISBN: 978-88-6929-670-3


3 COMMENTI

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.