Presenta ieri sera, a Noicattaro, la I Edizione

Le fraternità OFS (Ordine Francescano Secolare) di Rutigliano (Ba) SS. Crocifisso, di  Noicattaro (Ba) S. Maria del Soccorso e  Sant’Antonio,   bandiscono un concorso dal titolo

La Scienza di Francesco

con il sostegno della fraternità  OFS regionale Puglia Don Tonino Bello,  l’editore Dedalo (Bari), il Centro DISF (documentazione interdisciplinare scienza fede) Università Pontificia della Santa Croce (Roma),   l’Accademia Vitale Giordano (Bitonto), dedicato alla memoria del Prof. Luigi Borzacchini. Il concorso ha la finalità di promuovere la ricerca e la divulgazione su temi interdisciplinari, compresi quelli riguardanti il tema scienza-fede, specialmente al livello scolastico. Ispirato all’omonimo testo di Luigi Borzacchini (edizioni Dedalo 2016),  il concorso mira a promuovere la produzione di materiali di carattere interdisciplinare sulle connessioni scienza-matematica-storia-filosofia-religione.I soggetti interessati a partecipare, come singoli,  gruppi, o rappresentanti enti o associazioni, dovranno far pervenire esplicita domanda per mezzo elettronico all’indirizzo  mathematicalpride@gmail.com corredata dagli estremi identificativi dei partecipanti: Nome,  Cognome,  indirizzo, mail, ente di appartenenza se previsto (in tal caso corredare con autocertificazione di appartenenenza all’ente in questione -scuola, classe, associazione ecc.-) allegando i materiali da candidare. I prodotti ammissibili ai fini del concorso sono i seguenti:

– un saggio, un racconto, un articolo che non superi i 20.000 caratteri (spazi inclusi);

– un prodotto multimediale o audiovisivo della durata di non più di cinque minuti;

La domanda corredata dai materiali  deve pervenire entro il giorno 30 Ottobre 2024. Una commissione appositamente nominata dagli organizzatori esaminerà gli elaborati pervenuti premiandone i più meritevoli a suo insindacabile giudizio. I materiali ricevuti non saranno restituiti e utilizzati ai soli scopi previsti dal concorso. Quelli ritenuti più meritevoli potranno essere proposti per la pubblicazione secondo l’insindacabile giudizio della commissione e pervio accordo dei diretti interessati su riviste e/o piattaforme web idonee. I  concorrenti potranno  essere premiati con abbonamenti a riviste e/o libri relativi ai temi del concorso, anche in forma aggregata per scuole o enti. In quest’ultimo caso, a seconda delle disponibilità finanziarie, la commissione potrà assegnare un contributo economico finalizzato ad organizzare eventi o convegni di carattere interdisciplinare secondo gli obiettivi di questo concorso presso gli enti vincitori. La premiazione potrà avvenire in occasione di un evento da organizzare in sinergia con i soggetti coinvolti,  finalizzato alla presentazione e discussione dei materiali prodotti.

Notizie e esiti saranno diffusi sula pagina web https://www.facebook.com/gifraofsnoicattaro/  

Per informazioni scrivere a mathematicalpride@gmail.com

Il concorso gode, tra gli altri, del patrocinio morale della testata Odysseo. Navigatori della conoscenza.


Articolo precedenteLatitante informazione
Articolo successivo“Stavo distruggendo la mia di vita facendo uso di coca”
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole. Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente. Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo. A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano. Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione. Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.