Il libro di Michele Rizzitelli ai “Giovedì del Gino Strada”: il prossimo 24 novembre, ore 18:30, ingresso libero

Giovedì 24 novembre, con inizio alle ore 18:30, presentazione del libro “Una coppia da Guinness” (Albatros il Filo, 2022).

Dialogo con l’autore, Michele Rizzitelli e la sua compagna di vita e di corsa, Angela Gargano.

Modera il dirigente scolastico Paolo Farina

Letture e musica a cura di Teresa Capozza.

Appuntamento ad Andria, presso la sede del CPIA “Gino Strada”, in viale dei Comuni di Puglia, 4.

Diretta streaming sul canale YouTube del CPIA BAT “Gino Strada”.

Una vita frenetica tra attività ospedaliera e libera professione, peraltro creativa e appagante. A trent’anni, la scoperta del podismo. L’incontro con Angela, un amore nella vita e nella corsa. La prima maratona in coppia nel 1994, la seconda soltanto una settimana dopo, in tempi in cui si riteneva fosse inconcepibile correrne più di una all’anno.

Non si fermano più. Ne realizzano 100 nel 2002, in totale rottura con i protocolli classici preconfezionati dai guru della corsa di resistenza, e inscritti nel Guinness World Records.

E non solo distanze lunghe 42,195 km. Anche 100 km, 202 km, 325 km, gare di 6 giorni, in cui Angela stabilisce la migliore prestazione femminile italiana con 562,330 km, e di 10 giorni, con nuova migliore prestazione femminile italiana di 826 km.

Nel 2020 conquistano il fascinoso traguardo di 1000 maratone. Nessuna coppia al mondo come loro! Non è usuale che corrano lui e lei, conservino la forma atletica per così lungo tempo, rimanendo una coppia solida.

Una coppia da Guinness è un libro sulla corsa? Molto di più! In primo luogo è una grande storia d’amore. E anche di amore per la corsa, per essere straordinario il racconto di 53.000 km, più della lunghezza dell’equatore, attraverso i cinque continenti.

Incalzante è il susseguirsi di grandi metropoli e piccoli borghi visitati, di corse sugli argini di fiumi, sul periplo dei laghi e sulla Grande Muraglia cinese. Memorabili sono le descrizioni delle galoppate nei deserti, delle arrampicate sulle Tre Cime di Lavaredo e sul tetto del mondo, l’Himalaya. Da Berlino raggiungono le rive dell’isola di Usedom, nel Mar Baltico, congiunta alla terraferma da un ponte girevole. Si spingono fino al Circolo Polare Artico nella Maratona del sole a Mezzanotte. Una vita di corsa! E anche di fatica e dolori: un traguardo lo si conquista con il sudore della fronte e una volontà di ferro.

Si riposeranno per il resto della loro vita? Il lupo perde il pelo, non il vizio.


Articolo precedenteVeni, Vidi, Vintage
Articolo successivoPanta rei
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole. Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente. Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo. A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano. Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione. Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.