Né da primo o ultimo sole

ricavo linfa

e

quale voce

assuma il verbo

che carezza

mano di sorella

e mi sorregge

in cilestrine vesti..

annullami..

ch’io sia

piuma che trascende il velo,

bruma,

assorto nel primo refolo

di mattino

che si desta

e di petalo in petalo

infine vibrare.

 

Myosotis (in lingua romena)

 

Nici de primul ori ultimul soare

nu primesc limfă

și

care voce

să preia verbul

mângâind

mână surorii

și mă susține

pe după veșminte albăstrui..

anulează-mă..

să fiu eu

pană care transcende vălul,

pâclă,

absorbit de prima adiere

a dimineții

care se deșteaptă

și petală cu petală

în fine vibrez.

 

Leggi le poesie, in italiano e romeno, di Luca Cipolla


FontePhotocredits: Roberto Strafella
Articolo precedenteN di Negligenza
Articolo successivoAmore e verità
Luca Cipolla
Nato a Milano, nel 1975, vive a Cesano Boscone. Poeta e traduttore bilingue italiano-romeno, è redattore delle riviste “Sfera Eonică” e “Regatul Cuvântului”, di Craiova (Romania). Collaboratore anche con le riviste “Boema” e “Climate Literare”, nonché con la rivista internazionale online “Starpress”. Ha pubblicato, insieme a Melania Cuc, la raccolta poetica Monadi, Editura Karuna, Bistrița 2014. Vincitore di numerosi premi letterari, le sue poesie sono state pubblicate in molteplici volumi collettivi e antologie, ottenendo decine di lusinghiere recensioni.