Dal 10 al 17 marzo prossimi. Il programma.

Riceviamo e pubblichiamo:

È tutto pronto per la Settimana Biblica Diocesana, giunta alla sua undicesima edizione, che si terrà in Andria dal 10 al 17 marzo presso la parrocchia San Paolo Apostolo e l’Oratorio S. Annibale Maria di Francia e che costituisce uno degli appuntamenti maggiormente sentiti e partecipati dalla comunità diocesana.

L’iniziativa, promossa dall’Ufficio Catechistico Diocesano, è dedicata al tema dei giovani nella Bibbia con l’intento, considerato l’invito del Vescovo Mons. Luigi Mansi a concentrare in questo anno l’impegno pastorale sugli ambiti dei giovani e delle famiglie, di sottolineare il rapporto tra le figure giovanili e le figure adulte. Nel mondo biblico il giovane è incompiuto e deve pertanto essere aiutato a crescere; parte di questo compito spetta alle figure educative, parte a Dio stesso che fornisce al giovane la sapienza e l’esperienza che egli non ha.

La Bibbia ci apparirà come un libro giovane che parla di giovani e soprattutto che parla agli adulti indicando loro spunti di riflessione per il difficile compito di stare oggi da adulti di fronte ai giovani che popolano le nostre città; giovani che sono sempre segni di speranza e promesse di una nuova società futura.

Nella prima serata, che si terrà presso la parrocchia San Paolo Apostolo di Andria e che avrà inizio alle ore 19.00 con l’intervento di apertura della Settimana Biblica di S. E. Mons. Luigi Mansi, interverrà Padre Giulio Michelini sul tema: “Sono solo un ragazzo: profezia e gioventù”.

Il relatore presenterà alcune figure di giovani dell’Antico e del Nuovo Testamento e in particolare quella di Davide, scelto da Dio come re d’Israele proprio per il suo essere “solo un ragazzo”.

Alla luce della storia di Davide potremo così chiederci quali profezie e quali squarci di futuro ci offrano oggi i nostri giovani che spesso noi adulti consideriamo “solo ragazzi”, con la fatica, come emerso nel recente Sinodo dei giovani, di scommettere su di loro.

Sempre nella prima serata sarà consegnata ai presenti la cartellina con il materiale utile per un approfondimento, a livello personale e comunitario, dei temi che verranno affrontati durante l’intera Settimana Biblica.

***

Padre Giulio Michelini, frate minore, è ordinario di Nuovo Testamento e Preside dell’Istituto Teologico di Assisi. Ha pubblicato diversi lavori scientifici e di divulgazione.

Nel 2017 ha predicato gli Esercizi Spirituali a Papa Francesco e alla Curia Romana da cui il volume “Stare con Gesù, stare con Pietro” (Porziuncola 2017).

Dal 2018 commenta i vangeli della domenica per TV 2000, nella trasmissione “Sulla strada”.

 

Ecco il programma completo dell’XI Settimana Biblica Diocesana:

DOMENICA 10 MARZO

Ore 19.00: Parrocchia San Paolo Apostolo

Sono solo un ragazzo: Profezia e gioventù”

Padre Giulio Michelini, docente di Sacra Scrittura presso l’Istituto Teologico di Assisi

LUNEDI’ 11 MARZO

Ore 19.00: Parrocchia San Paolo Apostolo

“Il discepolo che egli amava: la gioventù come compito e come promessa”

Rosanna Virgili, docente di Sacra Scrittura presso l’Istituto Teologico Marchigiano

MARTEDI’ 12 MARZO

Ore 19.00: Parrocchia San Paolo Apostolo

“Giuseppe: signore dei sogni”

Suor Grazia Papola, docente di Sacra Scrittura presso la Facoltà Teologica di Milano

SABATO 16 e DOMENICA 17 MARZO

Ore 20.00: Oratorio S. Annibale Maria di Francia

“Parabole di un clown (…e Dio nei cieli ride)”

Spettacolo Teatrale di Bruno Nataloni e Umberto Zanoletti

Don Gianni Massaro

Direttore Ufficio Catechistico – Diocesi di Andria


Articolo precedenteL’Ordine delle cose
Articolo successivoGranocchia
Redazione
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole.Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente.Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo.A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano.Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione.Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.