L’uomo ha intuito che dietro la natura c’é un diapason muto che accorda ogni cosa

L’uomo ha da sempre immaginato un mondo di titani, dei, il suo stesso destino con la morte, la realtà abitata dalle menzogne e dall’ingiustizia, proiettando tali concetti in figure divinizzate. La saggezza e la persuasione al bene però non sono mai mancate. La figura del Prometeo, uomo che ruba il fuoco alla divinità, è simbolo della conoscenza che rischiara la mente e fa esplodere la sapienza.

Da oltre 2600 anni conoscenze di geometria, astronomia, matematica e altre giovani scienze, andando oltre le figure mitiche, sono diventate medicina per le ferite dell’uomo, fatte di angoscia e paura. Dall’ombra, basti pensare ai primi filosofi, si è cominciato a misurare le cose. L’infinito che si fa mille cose, per gli antichi era come profumo pungente che si diffondeva.

L’uomo ha intuito che dietro la natura c’é un diapason muto che accorda ogni cosa, dalle stelle signore del cielo alla luna che, come sposa, fa eterno il momento vissuto. L’uomo nella sua assoluta umanità ha esigito da se stesso la perfezione sempre più approfondita di ogni verità parcellizzata, nella quale era immerso.

Per questo la verità non va spiritualizzata o concettualizzata, ma vissuta, perché è la vita che fa crescere, trascinando il mondo, rompendo gli argini del dubbio e dell’incompiuto.
Nel silenzio assordante, poeti e filosofi hanno contemplato arie che si condensano in canto, vortici che ruotano magici tra le fragili bellezze dell’esistente, come una danza di vita delirante.

Il pensiero e la poesia si sono congiunte nella musica che vivifica, ma solo quella armonica, poiché quella disarmonica offre tristezza e dolore, per l’anima. La poesia della musica, termine che nasce dalle muse, si scopre che è fatta di rapporti matematici, armonici e ben definiti. La musica è dunque frutto di un abbraccio tra tecnica e poesia, unione teneramente imprescindibile.

La vita di chi ricerca è come una colonna che si erge sulle tante false abitudini che fanno digerire le acri menzogne.
Risplende di luce e fiocca di vita la mente che naviga, libera dall’accidia, nell’immenso canto del cuore, nonostante la vecchiaia che rende le mani come foglie secche. La speranza, come addobbo di giada verde, apre alla fiducia rinnovata, caricando il cuore di energia, come una elettricità sentimentale.

Aprire la mente al vero è come preparare un sentiero verso il cielo, itinerario di vita viva, intelletto, amore e giustizia, fino a giungere al compimento della vita ultima che è perfezione.
L’uomo percorre vasti abissi, attraverso occhi devoti che sanno scorgere la meraviglia lungo le onde argentee della storia. È mettendo le radici nella libertà, con la sua sete di divino, che la vita diviene presa di coscienza, consapevolezza della realtà.

Ogni teoria profuma di conoscenza ma come il bocciolo fiorisce, perdendo successivamente il suo profumo, dopo essere fiore, diventa frutto, così le teorie diventano opportunità appassionate. Come il frutto lascia semi per una nuova vita, così le vite buone lasciano esempi che traggono alla virtù.

Come il freddo marmo bianco, attraverso la scultura, sa suscitare sublimi sentimenti, così anche ogni opera, anche se apparentemente banale, porta l’uomo alla verità. Presenza e coscienza trova, tra gli infiniti spazi, l’uomo che si ritrova autenticamente nella Vita di ogni vita, la vita che attinge all’Amore ed all’Amore ritorna.


Articolo precedenteCon il cuore e con il naso
Articolo successivoViva il popolo!
Salvatore Sciannamea
Sacerdote della diocesi di Andria, attualmente sono fidei donum in Valle d’Aosta, ho conseguito la Licenza in Antropologia Teologica presso la Facoltà Teologica Pugliese “Regina Apuliae” di Molfetta. Autore di numerosi libri presso le Edizioni Sant’Antonio; collaboratore della Rivista Trimestrale di Teologia e Spiritualità “Jesus Caritas - Famiglia Carlo de Foucauld” e curatore della rubrica “Ripensare tra bellezza e verità” sul sito del mio paese d’origine: Canosaweb.it. Ogni martedì, pubblico sul mio canale youtube (https://www.youtube.com/channel/UCCgVJk1DCdYQhIeh9c6jmBQ) dei video-incontri di tipo culturale, spirituale e religioso, per riflettere ed interrogarsi sul senso della vita, sull'amicizia e la bontà.