Un progetto gratuito per persone con fragilità a cura dell’ASD “Total Body Center”, in collaborazione con il Centro Zenith e “Le amiche per le amiche”

L’Associazione Sportiva Dilettantistica ASD “Total Body Center”, sita in via Scarlatti,48 ad Andria, nella figura di Francesco Vurchio e Daniela Pistillo, con il supporto della nutrizionista, Dott.ssa Ilaria Saccotelli, e della psicologa, Dott.ssa Olga Naglieri, aderisce al progetto “Sport di tutti – Inclusione” promosso da Sport e Salute. Il progetto prevede attività motoria gratuita per persone con fragilità e a rischio devianze, con l’intento di mettere in pratica l’assunto mens sana in corpore sano, regalando il benessere psico-fisico di cui necessitiamo, una visione a 360 gradi sul mondo del fitness, le good vibes di cui non possiamo fare a meno per osservare uno stile di vita regolare e salutare, la giusta attitudine per alleggerire i pensieri della quotidianità.

L’attività motoria, assolutamente gratuita, si avvale della partnership dell’Associazione di volontariato “Centro Zenith” e dell’Associazione culturale “Le amiche per le amiche”, una joint venture che valorizza lo sport come strumento educativo per debellare il dilagante disagio sociale e favorire, invece, l’inclusione di minoranze e di categorie emarginate.

Dai più piccoli agli over 65, tutti potranno usufruire di due ore settimanali all’insegna del dinamismo controllato, per combattere l’obesità e garantire un’assistenza costante, il continuo monitoraggio di professionisti del settore, per imboccare la retta via del “prendersi cura di sé”, per sperimentare e, magari, riscoprirsi più vivi, più partecipi e più in forma che mai!

https://www.facebook.com/totalbodycenterasd

https://www.instagram.com/totalbodycenterasd/?hl=it

https://www.facebook.com/totalbodycenterasd

https://www.facebook.com/groups/44907306673

https://www.facebook.com/psicologanaglieri

https://www.facebook.com/IlariaSaccotelliNutrizionista


Articolo precedente03/12/1951 – 03/12/1921
Articolo successivoFelino con sorriso
Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Puglia, ho iniziato a raccontare avventure che abbattono le barriere della disabilità, muri che ci allontanano gli uni dagli altri, impedendoci di migrare verso un sogno profumato di accoglienza e umanità. Da Occidente ad Oriente, da Orban a Trump, prosa e poesia si uniscono in un messaggio di pace e, soprattutto, d'amore, quello che mi lega ai miei "25 lettori", alla mia famiglia, alla voglia di sentirmi libero pensatore in un mondo che non abbiamo scelto ma che tutti abbiamo il dovere di migliorare.