Così sei morto. Sul pavimento il cacciavite

aspetta le tue mani sporche di grasso e i colpi di tosse

del motore.

È nella stanza accanto, dice qualcuno.

Se fosse vero ci daresti un segno: una pinza

che cade, uno sportello che si chiude, una valvola

col minimo rotolio che l’accompagna.

Un colpo sulla scocca.

Ma tu sei morto e tutti ti voltano le spalle, anche i tuoi figli

non ti riconoscono, non riconoscono il tuo silenzio.

Tu continui a guardarli rigirando un sorriso

stranito tra le mani, impacciato

davanti a tanta incomprensione.

La vita ti ha condotto fin qui e adesso

non sta bene che continuiamo a parlarti

sei sceso senza domandare

sei sceso con la faccia buona

quasi chiedendo scusa

e non c’è niente da ridere

niente da ridere.

____________________________________________________________

Leggi le altre poesie di Paolo Polvani

 


Fontewww.publicdomainpictures.net
Articolo precedenteLjòs: luce, suono e movimento ieri al Festival Castel dei Mondi
Articolo successivoBreve saggio sulla inutilità di Ask
Paolo Polvani
Paolo Polvani è nato nel 1951 a Barletta, dove vive. Ha pubblicato i seguenti libri di poesia: Nuvole balene, ediz. Antico mercato saraceno, Treviso 1998; La via del pane, ediz.Oceano, Sanremo 1999; Alfabeto delle pietre, ediz. La fenice, Senigallia, 1999; Trasporti urbani, ediz. Altrimedia, Matera 2006; Compagni di viaggio, ediz. Fonema, Perugia 2009; Gli anni delle donne, e-book, edizioni del Calatino, 2012. Un inventario della luce, ediz. Helicon 2013. Cucine abitabili, Mreditori, 2014 Una fame chiara, edizioni Terra d’ulivi, 2014. Sue poesie sono state pubblicate da numerose riviste, tra cui: Anterem, Steve, L’immaginazione, Il filo rosso, La Vallisa, Portofranco, La corte, L’area di Broca, Le voci della luna, Offerta speciale, Quinta generazione, L’ortica; e su numerosi blog, tra cui: Carte sensibili, WSF, Fili d’aquilone, Poiein, Corrente improvvisa, La presenza di Erato, Poliscritture, La bella poesia. E’ presente in molte antologie, tra cui: Dentro il mutamento, edito dalla casa editrice Fermenti nel 2011 e in varie antologie tematiche, tra cui Il ricatto del pane, ed. CFR, Rapa nui, ed. CFr, e 100 mila poeti per il cambiamento, Albeggi editore. Ha vinto diversi premi di poesie. E’ tra i fondatori e redattori della rivista on line Versante ripido, che pubblica alcuni tra i poeti più interessanti del panorama letterario italiano e internazionale. Fa parte dell’associazione Autorieditori che promuove la pubblicazione e la diffusione della poesia.