Una raccolta fondi per un Natale solidale: sono i piccoli gesti che fanno grande il mondo

Da Alessia Losito, volontaria unitalsiana, riceviamo e pubblichiamo:

Insieme sosteniamo l’Unitalsi: questo lo slogan dell’evento di venerdì 23 dicembre 2016 alle ore 21.00 presso Openlight caffè, un evento voluto da Michele Losito con la partecipazione di Euroluce Lampadari e Virtus Andria.

L’idea di creare questa serata nasce dalla voglia di accogliere tutti gli amici che saranno partecipi in un caloroso abbraccio natalizio e dalla volontà di sostenere l’Unitalsi.

Durante la serata, avrete modo di degustare le specialità e le prelibatezze dell’Openlight caffè, godendovi l’atmosfera natalizia della location.

Parte del ricavato sarà devoluto a beneficio dell’associazione di volontariato che da sempre dedica il suo operato a favore dei più bisognosi.

Insomma, un binomio perfetto per trascorrere un momento di relax e divertimento in buona compagnia e per compiere un atto di solidarietà.

Vi aspettiamo numerosi, NON MANCATE perché sono proprio i piccoli gesti che fanno grande il mondo!


Fontewikimedia.org
Articolo precedenteGli auguri del Vescovo Luigi Mansi (e quali messe celebrerà)
Articolo successivoCanne della Battaglia: per una scuola “en plein air”
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole.Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente.Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo.A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano.Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione.Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…