Una istantanea dei risultati di Juventus, Inter, Napoli, Lecce e altre squadre…

Le prime della classe continuano a dettar legge e a contendersi il trono; le piccole si danno battaglia alla continua ricerca di punti utili per la permanenza nel massimo campionato.

È un Inter che sa soltanto vincere, facendo suo anche il “derby della Madonnina”.
Dominio totale dei nerazzurri sempre in controllo del match e abili nel creare numerose occasioni, due delle quali finalizzate da Brozovic e Lukaku.
Milan mai in partita e incapace di creare pericoli alla porta di Handanovic.
Quattro vittorie su quattro per i nerazzurri che si candidano come seri contendenti al titolo, e seconda sconfitta per i rossoneri ancora lontani da una precisa identità di gioco.

La Juventus vince ma non convince.
Contro il Verona la squadra di Maurizio Sarri mostra ancora lacune difensive e si ritrova a ribaltare l’iniziale vantaggio scaligero grazie alla perla di Miguel Veloso.
Ci pensano Ramsey e Cristiano Ronaldo a ribaltare il risultato e a regalare tre punti sofferti che permettono ai bianconeri di rimanere a -2 dalla vetta della classifica, momentaneamente occupata dell’Inter.

Restando in ottica scudetto da registrare anche la schiacciante vittoria del Napoli in casa del Lecce.
Gli azzurri non risentono del turnover scelto da Ancelotti e si impongono per 4-1, in virtù della doppietta di Llorente (terzo goal in tre partite ufficiali) e dei goal di Insigne e Fabian Ruiz.

Un derby senza storia quello giocato nel lunch match tra Sassuolo e Spal.
Netta la superiorità dei neroverdi che battono i ferraresi con un netto 3-0 grazie alla doppietta di Caputo e al goal di Duncan.
Da registrare anche la prestazione superlativa di Berardi, rimasto a secco di goal ma autore di ben due assist.

Con un goal all’ultimo respiro del solito Edin Dzeko, la Roma, in inferiorità numerica, passa al Dall’ Ara di Bologna.
Accade tutto nella ripresa: dopo l’iniziale vantaggio giallorosso grazie alla punizione di Kolarov, i rossoblù riportano la gara in equilibrio con Sansone che trasforma un rigore molto dubbio.
Quando tutto sembra propendere per il pareggio, un lampo dell’attaccante bosniaco manda in delirio i quattromila tifosi giallorossi giunti a Bologna.

Prima vittoria stagionale per la Sampdoria che batte il Torino e interrompe la striscia negativa di tre sconfitte consecutive.
A decidere il match un goal di Manolo Gabbiadini caparbio nel rubare palla a Lyanco e insaccare alle spalle di Sirigu.
I granata cercano con insistenza la rete del pareggio ma non riescono a evitare la seconda sconfitta consecutiva.

Terza sconfitta consecutiva anche per l’Udinese che cade in casa contro il Brescia.
A decidere il match la rete di Romulo.
Panchina di Tudor sempre più a rischio.

Pareggio rocambolesco tra Atalanta e Fiorentina: Ilicic e Castagne rispondono a Ribery e Chiesa e impediscono ai Viola di festeggiare il primo successo stagionale e interrompere una striscia di 17 partite consecutive senza vittorie.

Rialza la testa anche la Lazio che batte il Parma per 2-0.
Nel posticipo domenicale, i biancocelesti archiviano la pratica Parma con le reti, una per tempo, di Immobile e Marusic.

In un’ultima analisi, ricordiamo la vittoria del Cagliari contro il Genoa nel match giocato venerdì.
I rossoblù si impongono per 3-1, grazie a Simeone, all’ autogol di Zapata e al goal di Joao Pedro.
Per i rossoblù in rete Kouamè.

In un campionato che prende sempre più forma e continua a regalarci partite al cardiopalma e ricche di goal, i protagonisti hanno un solo giorno per ricaricare le energie in virtù del primo turno infrasettimanale della stagione.


LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.