di Alex Landragin 

Questo libro si presenta abbastanza intrigante sin dalla copertina e dall’incipit in cui si spiega come procedere: leggere le storie in ordine oppure seguire il suggerimento della baronessa. 

In questo modo si potrà vivere un’esperienza unica di due anime che, nonostante il lunghissimo tempo, hanno cercato di non perdersi. Alula, colei che ricorda e Kohau, colui che dimentica si troveranno a far esperienza di vite diverse nel corso delle quali mistero, suspence, amicizia, amore si amalgameranno in un coacervo di situazioni che superano di gran lunga l’immaginazione. 

Un racconto che ha fatto parlare tanto di sé creando aspettative altissime, ma al di là della bontà della scrittura, dell’ingegno dello scrittore e dei riferimenti a personaggi ed eventi storici importanti ciò che più colpisce è la forza indistruttibile dei sentimenti. Questi seppur nella loro impalpabilità hanno saputo veicolare sensazioni forti ed emozioni che solo una passione intensa e spontaneamente reale può suggerire. 


Articolo precedenteL’Inter e la realizzazione del nuovo stadio di Milano
Articolo successivoElementi per una ragione agapica
Mi chiamo Monica Fornelli e scrivo sin da piccolina. Sono una docente di francese appassionata di somatopsichica; lo stare bene per me è essenziale per cui da sempre scrivo per “ricrearmi” un mondo ideale in cui tuffarmi e potermi riequilibrare abbracciando me stessa e al contempo abbracciare virtualmente chi vorrà leggermi. Ho partecipato a vari concorsi nazionali e internazionali tra cui “Il Papavero d’Oro“, “Levante” indetto dalla rivista Radar Sei, “On the air”, “Nino Palumbo”, ottenendo vari riconoscimenti e menzioni in giornali locali come “la Gazzetta del Mezzogiorno“ e “Meridiano Sud”. Alcune mie poesie sono presenti in antologie quali “Fiori Amori” e “Le stagioni” ed. Barbieri; “Parole senza peso” ed. Writers, “Nitriti al vento“ ed. La Conca, “Il Federiciano” ed. Aletti. Nel 2011 è uscita la mia prima raccolta dal titolo “I colori della vita” (ed. Albatros) presentata anche alla fiera del libro di Torino.