La politica un bel dì,
pare fosse un martedì,
un gran centro partorì:
“Lo chiameremo HT!”.
Senza mai competizione
appannaggi a profusione
e tanti soldi tintinnanti
riceveva senza bandi
quel gran polo, in pochi istanti.
Sulla carta molto bello,
per i dati un gran cervello,
grandi e grossi macchinari
soprattutto molto cari.
Ma gli altri ricercatori
Son rimasti chiusi fuori!
Dalle Alpi agli Appennini
son ben pochi ormai i quattrini
mentre la burocrazia
sembra chiudere ogni via
resta il sud dimenticato
ma HT, miracolato
per decreto ne è esentato!
Dice d’essere “eccellente”
ma a competizione assente
come lo si può appurare?
A nessun sembra importare.
Dopo un po’, mentre va avanti
ignorando tutti quanti
Finalmente, state all’erta!
HT fa una scoperta:
intervien sul calendario
chissà con che macchinario
(purché, certo, sia pagato
con i soldi dello Stato).
Della rotazion terrestre
HT si va a occupare:
sol così può generare
pure il quarto quadrimestre.

-homosapiens-


Articolo precedenteEducare alla bellezza nascosta
Articolo successivoLa corsa di Pino
Avatar
Come quella del grande e indimenticato Massimo Troisi... O, se volete, come quella di un bambino che non vuol mangiare la verdura. Oppure come quella del babbo che vuol far divertire i figlioletti. Magari come quella del paziente dal dentista... Prendete tutte queste situazioni, aggiungetene molte altre, diciamo tante quante l'attualità sa offrirne, assoldate una brigata di abili e cinici osservatori, mescolate ben bene gli ingredienti, concentrate il tutto in una sola battuta e guarnite con abbondante ironia: ecco pronta "La smorfia", da servire ogni giorno sulle pagine di "Odysseo". Da assaporare subito, appena sfornata.