È Gualtiero Bassetti il nuovo Presidente della Conferenza Episcopale Italiana

Mons. Guatiero Bassetti, il cardinale arcivescovo di Perugia dal 2009, grazie alla nomina di Benedetto XVI, succede nell’incarico al cardinale Angelo Bagnasco.

Bassetti nasce a Popolano il 7 aprile 1942 e, ordinato sacerdote il 29 giugno 1966, diviene cardinale dal 12 gennaio 2014. La recente presidenza della CEI, offertagli da Papa Bergoglio, arriva dopo il vescovato di Massa Marittima-Piombino, caldeggiato da Giovanni Paolo II nel 1994, e quello di Cortona-Arezzo-Sansepolcro del 21 novembre 1998.

Si è definito come un “pastore sociale al servizio degli ultimi”, missione portata a termine con successo quando, proprio alla guida della diocesi di Massa Marittima-Piombino, sostenne con fermezza i lavoratori delle famiglie delle Acciaierie, promuovendo, a Perugia, un fondo di solidarietà per le chiese umbre da cui sarebbero, poi, nati quattro diversi empori della Caritas.

Chiamato dallo stesso Papa Francesco a partecipare, nell’ottobre 2015, alla XIV Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi sulla Famiglia, Bassetti ha sempre ritenuto fondamentale il ruolo “domestico” della Chiesa. Scrivendo le Meditazioni sulla Via Crucis, nel Venerdì Santo del 2016, invece, ha potuto sviluppare il tema delle sofferenti migrazioni degli esseri umani.

Il motto del suo episcopato è “in caritate fundati”, fondati sulla carità, a sottolineare un impegno solidale profuso contro la crisi occupazionale, le morti sul lavoro, l’illegalità nella cosa pubblica, la prostituzione e il gioco d’azzardo, sostanzialmente tutte le annose problematiche che definisce “gravi piaghe sociali del nostro tempo”.