“Come tele al vento” è il titolo della mostra  inaugurata il 7 Aprile, frutto della autonoma iniziativa di 11 artisti.

Semplici tele appese ad un filo pronte ad oscillare al soffio del vento. Tutto sembra richiamare la poesia di Quasimodo “Alle fronde dei salici” anche se mentre lì erano appese le cetre in segno di protesta, qui troviamo semplici tele, senza cornici o fronzoli alcuni.

Solo arte che si ribella e manifesta per la mancanza di spazi espositivi di cui la città avrebbe bisogno.

Come non essere d’accordo.

Se c’è l’ispirazione l’artista può fare a meno di molte cose per creare la sua opera, ma portare al mondo nuovi occhi è un’altra storia.

Per questo gli 11 artisti, dagli emergenti ai veterani, si sono uniti. Tutti insieme esposti con una semplicità non lasciata al caso. Ognuno con il suo percorso di sviluppo personale, ognuno con la sua sensibilità e personalissimo punto di vista: è così che si costruisce una mostra che ospita opere tra loro diversissime, come lo sono gli autori.

La minuziosità e delicatezza di Teresa Piccolo, la vivacità dei colori di Alessandro Acquaviva, la forza di Gaetano Gentile, la serenità di Isabella Ruggieri, le particolarità di Giusy Rizzi, la delicatezza delle Maya, la pacatezza di Luciana Laluce, l’efficacia di Borgiac, la ricercatezza di Ruggiero Mascolo, l’originalità ed eleganza di Angiolo Barracchia e la compostezza e plasticità dei colori di Rubino si mescolano dando vita ad una mostra eterogenea.

Chi fosse interessato a dare un’occhiata a questa mostra così varia potrà visitarla fino al 20 aprile presso la libreria Punto Einaudi a Barletta in C.so Garibaldi 129 delle ore 17.30 fino alle 22.

 


LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.