Come sceglierlo, chi può richiederlo, quale documentazione avere: tutto quello che serve sapere

Chi acquista la prima casa solitamente accende anche un mutuo per pagare una buona parte della somma pattuita. Si tratta di un prestito finalizzato a interessi contenuti, che si attiva avviando congiuntamente un’ipoteca sull’immobile da acquistare. Sostanzialmente la casa che si acquista fa da garanzia per il prestito. Per richiedere un mutuo è necessario seguire alcuni passi precisi, tra cui poter dimostrare di avere a disposizione un reddito sufficiente a saldare le rate mensili.

Scegliere il mutuo
Il primo elemento da considerare quando si accende un mutuo consiste nel valutare le offerte degli istituti di credito che operano in Italia. Ogni banca, infatti, applica ai mutui tassi di interesse precisi, che dipendono da una lunga serie di fattori: età del richiedente, durata del periodo di ammortamento, ammontare del capitale richiesto, valore dell’immobile che si acquista. Si deve giudicare poi se sia meglio un mutuo a tasso fisso o variabile, una questione abbastanza spinosa che dipende anche dal numero di rate che si dovranno saldare. In poche parole il tasso fissotende ad essere leggermente più elevato rispetto al variabile, però rimarrà costante negli anni, indipendentemente dagli eventi economici. Il tasso variabile è invece significativamente inferiore, considerando la media delle offerte, ma può variare ogni 3-6 mesi, seguendo i tassi medi a livello europeo. Il tasso variabile offre quindi maggiori rischi, ma per un mutuo che dura meno di 5-10 anni può essere la soluzione migliore. È comunque una scelta del tutto personale, che andrebbe fatta considerando anche le possibilità economiche per il futuro.

Chi può richiedere un mutuo
Le banche possono accendere un mutuo per l’acquisto di un immobile a soggetti almeno maggiorenni, che siano in grado di dimostrare entrate mensili sufficienti a saldare le rate. In linea generale la rata di un mutuo non dovrebbe superare il 30% circa delle entrate mensili del richiedente, o della sua famiglia. Vi è comunque la possibilità di presentare un garante, ossia un terzo soggetto che si impegni a saldare le rate nel caso in cui il debitore non fosse in grado di farlo. Condizioni particolari sono offerte a chi acquista la prima casa, quindi l’immobile in cui risiederà in futuro; per ottenere tali condizioni è necessario spostare la propria residenza nella casa acquistata entro un anno dal giorno del rogito. In ogni caso un mutuo può essere concesso solo a cittadini italiani, o a soggetti con cittadinanza in un paese della Comunità Europea con residenza in Italia, o ancora a stranieri che risiedono nel nostro Paese da almeno 3 anni.

La documentazione
Colui che sta cercando un mutuo per la prima casa può verificare le condizioni offerte dalle banche anche online, sui siti degli istituti di credito o sui portali di comparazione. Però ricordiamo che questo tipo di proposte sono poi personalizzate sul singolo cliente, valutando le sue specifiche caratteristiche creditizie e anche l’immobile che intende acquistare. È inoltre necessario consegnare alla banca una serie di documenti, tra cui quelli che permettono di constatare il reddito annuale del futuro debitore. La Banca in genere accende il mutuo solo dopo aver effettuato una perizia sull’immobile e averne stimato il valore effettivo.


FontePhotocredits: Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay
Articolo precedentePERCHÉ SIAMO ITALIANI
Articolo successivoIl viaggio fisico e psicologico di Sciarada
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole. Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente. Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo. A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano. Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione. Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.