Un OPEN DAY speciale presso l’Istituto Comprensivo “Imbriani- Salvemini”

Questo il valore e lo spirito che ha spinto la Comunità Scolastica dell’I.C. “Imbriani-Salvemini” a mettere in campo tutte le risorse professionali per progettare le iniziative di diversa natura: laboratori, animazioni teatrali ed espressioni musicali che animano l’Open Day di scuola.

A dire il vero trattasi più di un Open Week, un periodo di tre settimane durante il quale è prevista tutta una serie di appuntamenti: laboratori manuali, scientifici, informatici, sportivi, manuali, teatrali, di lettura creativa, delle emozioni.

Giovedì 6 e venerdì 7 dicembre nei due plessi di scuola primaria sono stati animati laboratori pensati come occasioni-ponte per accogliere gli alunni cinquenni della scuola dell’infanzia; esperienze laboratoriali hanno vissuto analogamente gli alunni delle classi quinte presso la scuola secondaria nei giorni di martedì 3 e mercoledì 4.

Sono stati improntati laboratori di fine manualità dalle insegnanti di scuola dell’infanzia che insieme alle mamme dei loro alunni hanno prodotto manufatti per il “Mercatino di Natale”, iniziativa quest’ultima che insieme all’esibizione del coro della scuola “Celesti Melodie” sono tese alla raccolta di fondi per sostenere il progetto “Parco giochi nel quartiere”.

Nel corso delle prossime settimane ci attendono altri appuntamenti quali l’addobbo de “l’Abete Comprensivo” con i manufatti degli alunni di tutta la scuola, e ancora due esperienze teatrali: il gioco-dramma “The con delitto” e “Natale in casa Cupiello”, entrambe curate dai docenti della scuola secondaria in collaborazione con quelli della scuola primaria.

È così che la comunità scolastica ha inteso esprimere la propria “idea di scuola”; un’esperienza per offrire occasioni da vivere in continuità orizzontale e verticale fra i tre ordini di scuola e le agenzie educative del territorio: famiglie e parrocchia.

In definitiva l’espressione corale di una comunità educante, espressione di uno stile di “far scuola” che da tempo costituisce la cifra dell’Istituto Comprensivo “Imbriani-Salvemini”.          


Articolo precedenteLa tensione dell’attesa
Articolo successivoLo chef Salvatore Memeo: diverse abilità…
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole.Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente.Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo.A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano.Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione.Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…