ASCOLTO

Il Laboratorio di Scrittura Creativa, organizzato dal Centro Diurno Cogestito Andria-Trani “Oltre il Muro”, Dipartimento di Salute Mentale ASL BAT e Cooperativa Sociale “Questa Città”, è partito lo scorso 6 maggio, per ogni lunedì, senza aspettativa alcuna, tutti neofiti ed ignari di quello che avremmo provato.

Affiancato dalla preparazione emotiva di Vincenzo, Rosaria, Gabriella, Mina, Francesca e Anna Maria. sulle note di “Nuvole Bianche” di Ludovico Einaudi, il sottoscritto ha potuto toccare con mano la sensibilità di Giovanni, Pasqua, Teresa, Maria Assunta, Eugenia e Maria, anime scrittrici i cui flussi di coscienza ci hanno trascinato in una dimensione di amore, condivisione e leggerezza, il tutto sviluppando i nostri cinque sensi.

Si comincia con l’udito, con l’ascolto, appunto, pensieri gettati lì su carta, senza giudizi o remore, solo per il piacere di sentirsi se stessi in quella musica, in quelle vibrazioni che sanno di infinita consapevolezza:

“Tutto quello che cerchi è dentro di Te…” – Luigia;

“Mi lascio trasportare libera e felice come una bambina” – Anna Maria;

“La liberazione di un volo fendere le ali e attraversare il mare” – Eugenia;

“I ricordi sono perle di una collana indossata dalla nostra anima!”  – Teresa;

“Mi piacerebbe essere trasportata dal vento, con dolcezza e lasciare dietro tutto il mio dolore che ho dentro” – Maria Assunta;

“Sono qui ascolto un suono dolce che si mischia al mio respiro…” – Maria.

 


Articolo precedentePensare con Kant attraverso Simone Weil
Articolo successivoLe guerre, i dissidi, le terre bruciate!
Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Puglia, ho iniziato a raccontare avventure che abbattono le barriere della disabilità, muri che ci allontanano gli uni dagli altri, impedendoci di migrare verso un sogno profumato di accoglienza e umanità. Da Occidente ad Oriente, da Orban a Trump, prosa e poesia si uniscono in un messaggio di pace e, soprattutto, d'amore, quello che mi lega ai miei "25 lettori", alla mia famiglia, alla voglia di sentirmi libero pensatore in un mondo che non abbiamo scelto ma che tutti abbiamo il dovere di migliorare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here