Ultimo appuntamento del Laboratorio di Scrittura Creativa ad Andria

Il Laboratorio di Scrittura Creativa, organizzato dal Centro Diurno Cogestito Andria-Trani “Oltre il Muro”, Dipartimento di Salute Mentale ASL BAT e Cooperativa Sociale “Questa Città”, è proseguito, lunedì 10 giugno, grazie alle idee partecipative di Vincenzo, Rosaria, Mina, Francesca e Anna Maria. Leit motiv dell’ultimo appuntamento stagionale, prima dell’attesissimo reading dell’attore Antonio Memeo, è il sesto senso, quell’emozione impercettibile che sa di immaginazione, intelligenza, fantasia e istinto. «L’essenziale è invisibile agli occhi!», sostiene Saint Exupery ne “Il Piccolo Principe”. Così, sulle note di “Umanamente Uomo: il sogno” di Lucio Battisti, Teresa, Davide, Maria Assunta, Pasqua, Anna, Maria e Giacomo (talentuoso pianista), si sono lasciati andare ad un’esperienza nuova ed onirica, la percezione della realtà che ci fa soffrire ed amare, per accettarsi e comprendere il mondo da varie angolazioni e dimensioni:

“Il sesto senso è un’intuizione” (Teresa);

“Il sesto senso ti può regalare un’emozione come quella di una canzone che ti riporta nel grembo materno” (Maria);

“Il sesto senso a volte può essere un inganno che può portare a false convinzioni”(Giacomo);

“Il sesto senso è una percezione istintiva di cosa fare o non fare” (Maria Assunta);

“Il sesto senso è l’istinto infallibile di una donna” (Anna Maria).

 


Articolo precedenteOlimpiadi di Seoul 1988
Articolo successivoLe persone sensibili
Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Puglia, ho iniziato a raccontare avventure che abbattono le barriere della disabilità, muri che ci allontanano gli uni dagli altri, impedendoci di migrare verso un sogno profumato di accoglienza e umanità. Da Occidente ad Oriente, da Orban a Trump, prosa e poesia si uniscono in un messaggio di pace e, soprattutto, d'amore, quello che mi lega ai miei "25 lettori", alla mia famiglia, alla voglia di sentirmi libero pensatore in un mondo che non abbiamo scelto ma che tutti abbiamo il dovere di migliorare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here