Buon Sanremo a tutti!

La PAC (politica agricola comune), che tanto sta facendo discutere e che sta riversando per strada migliaia di trattori, contesta, soprattutto a livello europeo, il cosiddetto “maggese”, ovvero la pratica di far riposare terreni, in una logica di green deal a salvaguardia della biodiversità.

Sarebbe utopistico sperare che il maggese venisse applicato anche alla classe politica? Un ricambio generazionale e intellettuale che ci dia la possibilità di far valere i nostri diritti umani e civili dentro e fuori le mura domestiche (Ilaria Salis), la convinzione che, a volte, per coltivare qualcosa, ci sia bisogno di tempo, il kairòs qualitativo, lo scambio energetico di chi partecipa alla nostra vita e non gareggi solo per vincere, i Sinner e gli Hamilton dobbiamo trovarli in noi stessi, nella passione che ci sprona a sopravvivere, a sperimentare, a rendere possibile l’impossibile, a cantare al mondo intero la nostra felicità, perché comunque vada sarà un successo…

Buon Sanremo a tutti!


Articolo precedenteCoro d’Oriente…
Articolo successivoÈ possibile l’educazione alla libertà quando si parla di droga?
Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Puglia, ho iniziato a raccontare avventure che abbattono le barriere della disabilità, muri che ci allontanano gli uni dagli altri, impedendoci di migrare verso un sogno profumato di accoglienza e umanità. Da Occidente ad Oriente, da Orban a Trump, prosa e poesia si uniscono in un messaggio di pace e, soprattutto, d'amore, quello che mi lega ai miei "25 lettori", alla mia famiglia, alla voglia di sentirmi libero pensatore in un mondo che non abbiamo scelto ma che tutti abbiamo il dovere di migliorare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.