Viriditas_tornare vivi è una performance di circa 20 minuti nata per cercare una risposta all’urgenza di alcune domande fondamentali: che cosa abbiamo dimenticato tanto da rendere sé e l’altro un niente, una merce di scambio, un oggetto da consumare? Dov’è la linfa originaria senza la quale sembriamo fantasmi, sonnambuli, monadi sbandate in balia degli eventi?

Ildegarda di Bingen ha chiamato la linfa che tutto nutre viriditas: il verdeggiare. La linfa innata che offre la pienezza delle cose e degli incontri. Per Ildegarda “l’uomo si ammala solo quando è diviso, in conflitto con sé e con gli altri. La malattia è disordine, mentre la salute è un procedere verso la riunificazione interiore”. Dunque: ricongiungersi, riunificare, riconnettersi e… resuscitare.

Ma per resuscitare – simbolicamente o per davvero! – occorre una forza che dirompa nel corpo, lo svegli, lo scuota, lo pervada come un unguento risanatore: la forza erotica, l’Amore.


Articolo precedenteViktor Orban: l’Ungheria diventa una dittatura
Articolo successivoI centoventinfiniti
Ilaria Drago
Ilaria Drago è un’artista indipendente, attrice di riferimento nazionale per il teatro di ricerca contemporaneo profondamente attento al sociale. Ha pubblicato romanzi, raccolte di testi teatrali e poesia. Ha collaborato con alcuni fra i più grandi letterati e musicisti contemporanei (fra gli altri Nanni Balestrini, Paolo Fresu, Luigi Cinque) e con Roberto Latini. Attualmente è tour con diversi progetti fra cui: Transhumance_elogio a perdere, Simone Weil_concerto poetico, Migrazioni_cambiare la fine | senza confini Antigone non muore, Viriditas_tornare vivi. Allieva di Perla Peragallo, ha fatto parte della Compagnia di Leo De Berardinis, studiato ricerca vocale con la cantante Rosanna Rossoni, Kaya Anderson e gli insegnanti del Centre International Roy Hart. Si è formata in Danza Sensibile® con il Maestro Claude Coldy. Vincitrice di premi letterari e teatrali, ha ricevuto il Premio Europa e Cultura per il Nuovo Umanesimo 2019 presso l’Università La Sapienza di Roma. È creatrice del progetto TeatroCoscienza per la crescita dell’essere umano.