Calabria, la versione di Cotticelli: “Non ero lucido, sto cercando di capire con un medico”.

Sarà andato in cortocircuito il neurone solitario. Parlava a sua insaputa.

_ homo sapiens _


Articolo precedenteI MERCOLEDÌ IN MUSICA AL LICEO “Nuzzi”
Articolo successivoMONTECITORIO. APPROVATO IL DDL ZAN
Come quella del grande e indimenticato Massimo Troisi... O, se volete, come quella di un bambino che non vuol mangiare la verdura. Oppure come quella del babbo che vuol far divertire i figlioletti. Magari come quella del paziente dal dentista... Prendete tutte queste situazioni, aggiungetene molte altre, diciamo tante quante l'attualità sa offrirne, assoldate una brigata di abili e cinici osservatori, mescolate ben bene gli ingredienti, concentrate il tutto in una sola battuta e guarnite con abbondante ironia: ecco pronta "La smorfia", da servire ogni giorno sulle pagine di "Odysseo". Da assaporare subito, appena sfornata.