Torna l’appuntamento settimanale con la rubrica “Equosolidale”, all’insegna della giustizia e della solidarietà.

Essere giusti, oggigiorno, non è più così scontato, in particolar modo nei confronti della Pachamama, la madre terra per le tribù indigene.

Oggi vorrei cercare di parlarvi di giustizia, presentandovi una realtà del commercio equo e solidale costaricano.

Coopeagri è un’organizzazione nata nel 1962, ma il rapporto con il commercio equo parte dal 1994. I soci credono fortemente nella cooperazione, attualmente sono più di 10.000 pronti a combattere l’ingiustizia degli intermediari, che ogni giorno tentano di impadronirsi del loro pregiato zucchero e del loro caffè biologico.

Questi due prodotti sono il motore della vita di Coopeagri. Permettono loro di acquisire maggiore fiducia in se stessi, per reagire ai soprusi di un commercio sempre più spietato, e l’autosufficienza economica necessaria per progredire.

Tutti partecipano alle decisioni comuni, grazie ad una struttura democratica composta da rappresentanti che, i soci e i lavoratori stessi, eleggono.

Il commercio equo e solidale ha ridato speranza alla comunità. L’amore per la loro terra, da rispettare e custodire, la passione e la dedizione nel produrre zucchero e caffè, l’importanza di far valere i propri diritti. Coopeagri ha sviluppato, grazie a questi valori, il suo commercio alternativo.

La giustizia ambientale è una prerogativa essenziale per la cooperativa, attiva nella conservazione della foresta tropicale.

In fase di produzione si utilizza concime derivato dagli scarti della canna da zucchero, questo ci fa riflettere sull’attenzione per un consumo critico.

Vorrei concludere con una citazione che mi ha molto colpito e che ho riadattato: “Siamo tutti figli della natura, ma molto spesso ce ne dimentichiamo”.

Lo zucchero Demerara e altri ottimi dolci fatti con i prodotti di Coopeagri sono presenti presso la Bottega Filomondo, ad Andria.

Seguite anche la nostra pagina Facebook o la pagina Instagram , per rimanere sempre aggiornati su eventi e tante novità equo e solidali.

Leggi gli altri articoli di Equosolidale


LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.