football. The ball flies into the net gate

Juventus, Napoli e Fiorentina mettono a segno assestati colpi di mercato

In tempi di post covid-19, il calcio, come tante altre attività sportive, ha visto una ripresa dettata, oltre che dai consueti interessi economici, anche da una forte valenza sociale, dettata dalla voglia di ogni singola squadra, specie dei top club, di riaffermare il proprio valore.

È stato proprio poco prima e durante la pandemia che tre dei principali club di Serie A hanno inanellato importanti acquisti. Analizziamo, quindi, per ciascuno di essi, le principali trattative:

Juventus: – Dejan Kulusevski dal Parma (via Atalanta) per 35 milioni

Dejan, nato nella capitale svedese,  il 25 aprile del 2000, è un calciatore di nazionalità svedese e di origini macedoni, centrocampista del Parma, in prestito dalla Juventus, della nazionale svedese e della nazionale Under-21 scandinava. È un centrocampista offensivo, di piede mancino, dotato di una considerevole accelerazione che lo rende pericoloso specialmente in campo aperto. Bravo nel fornire assistenza ai propri compagni di squadra e a verticalizzare il gioco, può, comunque, essere schierato sia nelle zone più arretrate che in quelle più avanzate del centrocampo: infatti può essere impiegato da mezzala, da trequartista e da ala.

Dejan Kulusevski è il primo colpo della sessione di calciomercato invernale della Vecchia Signora, con i bianconeri che hanno versato nelle casse dell’Atalanta, club proprietario del cartellino dello svedese, circa 35 milioni di euro più 9 di bonus per poterlo acquistare, facendogli firmare un contratto quadriennale; contestualmente, i bianconeri lo hanno lasciato in prestito al Parma fino al termine di questa lunga stagione.

Il neo-acquisto bianconero ha affermato sul canale ufficiale Twitter della Juve che è sicuramente stato un inizio di anno singolare ed importante non solo per lui, ma anche per i suoi amici, per la sua famiglia e per tutti coloro con i quali ha lavorato. Ha, inoltre, aggiunto di essere davvero entusiasta per l’acquisto del suo cartellino da parte del club della Juventus e di giocare solo per vincere.

Kulusevski troverà alla Juventus Maurizio Sarri, un allenatore che, con il suo stile di gioco offensivo, potrebbe permettere allo svedese di esprimere al meglio le sue qualità. Il fuoriclasse  ha riconosciuto il grande operato svolto dall’allenatore partenopeo nel Napoli e nel Chelsea e ha affermato di aver studiato e di apprezzare molto il suo gioco.

Kulusevski approderà a Torino solo al termine di questa stagione e, dunque, dovrà prima terminarla in prestito al club emiliano, squadra nella quale è esploso, dove è stato fin da subito ben accolto da tutti e per la quale nutre una grande gratitudine.

Lo svedese ha, infine, asserito che si impegnerà al massimo sia durante i prossimi mesi, fino al termine della sua esperienza al Parma, sia quando arriverà nel top club torinese, rendendo, in tal modo, felici tutti i tifosi; un po’ meno i parmigiani, un po’ più i bianconeri.

 

Napoli: – Andrea Petagna dalla Spal per 17 milioni

Andrea, nato a Trieste il 30 giugno del 1995, è un calciatore italiano, attualmente attaccante della Spal, in prestito dal Napoli.

È un centravanti particolarmente abile nel giocare spalle alla porta e nel far salire la propria squadra;

contribuisce alla manovra di gioco, arretrando la sua posizione nel campo, e possiede un buon controllo della sfera di gioco.

L’attaccante, entusiasta per il suo acquisto da parte del Napoli, ha prima sostenuto i test di idoneità sportiva a Villa Stuart e poi ha firmato alla Filmauro il contratto quadriennale che lo legherà al Napoli, con Giuntoli che ha pagato circa 17 milioni il suo cartellino.

Petagna ha poi commentato sui social la firma con il Napoli e la stretta di mano con il presidente della squadra di Maradona Aurelio de Laurentiis, affermando di aver coronato il suo sogno: quello di giocare in un club importante, ricco di passione e di storia; ha inoltre asserito di essere pronto per la sua nuova futura avventura e di dare il massimo, una volta iniziata, ripagando la fiducia dimostrata dal club partenopeo e dai suoi tifosi; ma questo solo dopo aver terminato la stagione 2019-20 con il club Ferrarese.

-Amir Kadri Rrahmani dall’Hellas Verona per 14 milioni

Rrahmani, nato a Pristina il 24 febbraio del 1994, è un calciatore kosovaro con cittadinanza albanese, difensore del Verona, in prestito dal Napoli, e della nazionale del Kosovo, della quale è capitano.

Amir è un difensore centrale che può anche giocare in qualsiasi ruolo della difesa e che esprime al meglio le sue qualità nel tridente difensivo; è un giocatore duttile, possente fisicamente, che si distingue nel gioco aereo, nella marcatura e nella fase d’impostazione.

Si tratta di un accordo quinquennale, con il Napoli che sborsa circa 14 milioni per il kosovaro.

Il difensore ha raccontato che, quando il Napoli manifestò il suo interesse nei suoi confronti, lui ne parlò con il mister ed il ds del Verona, i quali gli chiesero di rimanere concentrato sulla squadra e lui garantì il suo impegno, volendo sempre dare il massimo.

Amir ha, inoltre, affermato di aver indossato la maglia con il numero 13 negli ultimi cinque anni, in ogni squadra nella quale ha giocato, volendo dimostrare che non porta sfortuna ma il contrario.

Il neo-acquisto del Napoli si è dimostrato soddisfatto della sua firma con il Napoli.

 

Fiorentina: -Sofyan Amrabat dall’Hellas Verona per 20 milioni.

Sofyan, nato a Huizen, il 21 agosto del 1996, è un calciatore marocchino con cittadinanza olandese, centrocampista del Verona, in prestito dalla Fiorentina, e della nazionale del Marocco.

Amrabat è un centrocampista centrale, che può anche essere schierato come esterno. È contraddistinto da buona fisicità, dinamicità, buona visione di gioco, dall’abilità nei contrasti aerei e negli scambi nello stretto e, non da ultimo, un buon tempismo. Egli è particolarmente bravo nei contrasti, che gli permettono, spesso, di recuperare la sfera di gioco e di far ripartire la squadra.

Amir, a causa del suo spirito agonistico, è, inoltre, un giocatore falloso.

Si tratta di un’operazione di mercato da circa 20 milioni, che porterà il marocchino a vestire la maglia del giglio fiorentino nella prossima stagione, con contratto quadriennale.

Il talento del Marocco ha dichiarato di essere molto felice per il suo acquisto da parte della Fiorentina e di aver scelto questo club con il cuore, per aver ricevuto le migliori  sensazioni. Operazione di mercato, questa, che ha beffato Aurelio De Laurentiis, il quale non ha gradito molto questo smacco.


Articolo precedenteContemplare: infinito, presente
Articolo successivoMichela Diviccaro presenta “A senza nome”, uno spettacolo teatrale contro la tortura nelle carceri
Francesco Maria Cassano
Nato a Bari nel 2003, vive e frequenta il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” a Bisceglie. Si definisce un amante delle materie scientifiche, pratica il calcio amatoriale e l’attività fisica e tifa per il Milan, per il quale nutre una autentica venerazione. Ama il mare e la campagna, il buon cibo e la vita all’aria aperta. Musicalmente preferisce ascoltare brani italiani, in special modo quelli di Ultimo e Tommaso Paradiso, ma ascolta anche brani stranieri, come quelli di Shawn Mendes e Bruno Mars. Non rinuncia mai ad una serata in compagnia di amici, specie se sono quelli con i quali è facile parlare di sport ma anche di belle ragazze e di altri piaceri come quelli de la bonne vie. Desidera viaggiare e visitare in particolare le città d’arte. Scrive per esternare le sue passioni.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.