Secondo le ultime voci, Bernard Arnault, proprietario di Louis Vuitton, sarebbe intenzionato ad acquisire a breve l’AC Milan

Sono giorni da ricordare (con un po’ di retorica e partigianeria, potremmo definirli gloriosi!) quelli che sta, oggi, vivendo l’ambiente rossonero, grazie agli ottimi risultati conseguiti dopo la pausa dovuta al covid-19; dalla conferma del mister Stefano Pioli (artefice di questa importante e improvvisa svolta nei risultati), per giungere ad una condizione di pseudo-tranquillità, ritrovata dopo molto tempo e con molti patemi d’animo.

Il termine ‘’pseudo’’, accostato alla parola ‘’tranquillità’’, è stato volutamente evidenziato, poiché, nell’ambiente rossonero, c’è sempre un qualcosa pronto a scombussolare nuovamente lo status quo; questo qualcosa può, ad esempio, essere il fatto che il giovane portoghese Rafael Leão, da qualche tempo, si diletti a mettere likes a commenti contro il mister del Milan, contestanti che egli impieghi poco il portoghese classe ’99, nonostante lo stesso Pioli abbia sempre elogiato e motivato il giovane iberico.

Questa possibile svolta potrebbe anche essere rappresentata dall’incombenza di Bernard Arnault sull’AC Milan: è da tempo che alcune voci accostano il proprietario di Louis Vuitton alla prestigiosa squadra meneghina, nonostante Arnault le abbia sempre smentite, tranne nell’ultimo caso.

Si tratterebbe di un avvenimento importantissimo, sia per il club rossonero, che per la Serie A. L’acquisto dell’AC Milan da parte del proprietario di una delle più importanti case di moda comporterebbe una vera e propria rivoluzione (ulteriore) nell’ambiente rossonero, con Arnault pronto a portare a Milano il miglior allenatore ed il miglior giocatore in circolazione, come confermano le voci che, in caso di cambio di proprietà, accosterebbero Pep Guardiola (attualmente allenatore del Manchester City) e Kylian Mbappé (ora sotto contratto con il PSG) ai rossoneri e con i tifosi in conseguente visibilio;

Peraltro, con l’approdo nella massima serie italiana di uno degli uomini più ricchi del mondo e con la sua conseguente rivoluzione nell’ambiente rossonero, aumenterebbe notevolmente la rilevanza, in primis del Milan e, in secundis, della Serie A nel panorama internazionale.

Rivoluzione o no, un fatto è certo: i supporters del club ambrosiano sono stanchi di aspettare e vogliono tornare il prima possibile ai vertici del calcio internazionale; per questo, l’augurio che, certamente, si auspica ogni tifoso rossonero è di avere alla guida del club un personale che sia in grado di realizzare quello che, ormai da un po’ di tempo, è divenuto un vero e proprio sogno.


Fontehttps://it.m.wikipedia.org/wiki/File:Louis-Vuitton-Paris.jpg
Articolo precedenteGiovanni Oteri, in arte G8
Articolo successivoSui rischi d’infiltrazioni illiberali nel mainstream
Francesco Maria Cassano
Nato a Bari nel 2003, vive e frequenta il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” a Bisceglie. Si definisce un amante delle materie scientifiche, pratica il calcio amatoriale e l’attività fisica e tifa per il Milan, per il quale nutre una autentica venerazione. Ama il mare e la campagna, il buon cibo e la vita all’aria aperta. Musicalmente preferisce ascoltare brani italiani, in special modo quelli di Ultimo e Tommaso Paradiso, ma ascolta anche brani stranieri, come quelli di Shawn Mendes e Bruno Mars. Non rinuncia mai ad una serata in compagnia di amici, specie se sono quelli con i quali è facile parlare di sport ma anche di belle ragazze e di altri piaceri come quelli de la bonne vie. Desidera viaggiare e visitare in particolare le città d’arte. Scrive per esternare le sue passioni.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.