Buon Natale!

A voi che ci leggete ogni giorno,

a voi che ci leggete ogni tanto,

a voi che non ci leggete

perché avete altre passioni

o altri impegni,

altre gioie,

altri dolori.

A chi cerca e a chi si è perso,

a chi è sano e a chi è ferito,

a chi è morto e avrebbe diritto a rinascere.

A chi è solo, a chi è malato,

a chi non ha niente e a chi non ha niente da perdere.

A chi ha perso tutto,

a chi ha troppo.

A tutti voi:
Buon Natale.


FontePhotocredits: designed by Eich
Articolo precedenteDov’è Dio?
Articolo successivoLa scienza e le nuove corazzate
Paolo Farina
La mia fortuna? Il dono di tanto amore che, senza meriti, ricevo e, in minima parte, provo a restituire. Conscio del limite, certo della mia ignoranza, non sono mai in pace. Vivo tormentato da desideri, sempre e comunque: di imparare, di vedere, di sentire; di viaggiare, di leggere, di esperire. Di gustare. Di stringere. Di abbracciare. Un po’ come Odysseo, più invecchio e più ho sete e fame insaziabili, che mi spingono a correre, consapevole che c’è troppo da scoprire e troppo poco tempo per farlo. Il Tutto mi asseta. Amo la terra di Nessuno: quella che pochi frequentano, quella esplorata dall’eroe di Omero, ma anche di Dante e di Saba.Essere il Direttore di "Odysseo"? Un onore che nemmeno in sogno avrei osato immaginare...