Andria Misericors

Domenica 24 Marzo 2019, vigilia dell’anniversario del prodigio della Sacra Spina, alle ore 19.00, presso la Chiesa parrocchiale Gesù Crocifisso – Andria, si terrà la presentazione del volume: Andria Misericors. Pellegrini di due Giubilei (Franco Angeli 2019).

Riceviamo e pubblichiamo:

Nel terzo anniversario del Prodigio della Sacra Spina, il volume presenta i risultati di una ricerca sociologica sul Giubileo della Misericordia nella diocesi di Andria, che ha vissuto congiuntamente due eventi straordinari quali quello dell’Anno Santo 2015-16 e quello dell’Anno Giubilare della Sacra Spina, entrambi indetti da Papa Francesco e quasi coincidenti nel loro svolgimento temporale. L’indagine riguarda in particolare l’esperienza del pellegrinaggio giubilare a Roma da parte di 1700 fedeli delle città di: Andria, Canosa di Puglia e Minervino Murge.

Oltre all’analisi interpretativa dei risultati dell’inchiesta mediante questionario somministrato ai pellegrini, recatisi a Roma il 22 ottobre 2016, il testo affronta anche gli aspetti organizzativi dei due eventi e la loro ricaduta in chiave visuale soprattutto a livello fotografico.

Interverranno:

S.E. Mons. Luigi Mansi, Vescovo di Andria

Barbara Maussier, sociologa e docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Roma Tor Vergata, curatrice del volume

Barbara D’Amen, ricercatrice presso il Centro studi e ricerche economico sociali per l’invecchiamento dell’INRCA di Ancona, autrice

Roberto Cipriani, professore ordinario emerito di Sociologia nell’Università Roma Tre.


Articolo precedenteLorenzo Orsetti: morire per la pace o per la guerra?
Articolo successivoLa smorfia. De Vito mortale!
Redazione
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole.Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente.Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo.A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano.Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione.Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…