“Le teste di Ozzak”, la band, formata da Leonardo Addati, Fabio BPM e Giovanni Addati, ci portano in Qatar, con la divertente consolazione di “Cercasi Mondiale”, il loro nuovo brano sulla mancata partecipazione della Nazionale Italiana

Ciao, Ragazzi. Com’è nata l’idea di “Cercasi Mondiale”?

Diremmo che “Cercasi Mondiale” non è un’idea, ma un dato di fatto. Sappiamo tutti che purtroppo la nazionale italiana non si è qualificata ai campionati mondiali di calcio per la seconda volta. Quindi abbiamo voluto scrivere un brano per sdrammatizzare e per sentire un po’ meno la mancanza degli azzurri, augurando loro, tra l’altro, di fare il bis con la vittoria degli europei.

Cosa ha aggiunto alla produzione il featuring di Leonardo Fiaschi?

Prima di essere un noto imitatore, comico e interprete dalle mille voci, Leonardo Fiaschi è un ragazzo meraviglioso dal punto di vista umano. Lo abbiamo conosciuto durante un festival in Toscana, e subito tra noi è nata una sintonia incredibile. Per il nostro brano, ha “dato in prestito” le voci di Jovanotti, di Max Pezzali, di Cristian De Sica, di Califano, e dei telecronisti Fabio Caressa e Beppe Bergomi.
Interpretando questi personaggi con la sua bravura, la sua ironia e la sua professionalità magistrali, Leonardo ha dato al nostro brano una marcia in più.

Quanto può essere delicato il connubio calcio/musica per la suscettibilità nazionalpopolare?

In realtà, il connubio calcio/musica esiste dacché i grandi nomi della musica italiana riempiono gli stadi per i loro concerti. Noi con questa canzone abbiamo solo creato un collegamento in più. Scherzi a parte, sicuramente l’argomento è delicato, ma non è un caso se ci chiamiamo Le Teste di Ozzak. Confidiamo nel senso dell’ironia degli italiani. E comunque, alla fine del ritornello, auguriamo alla nostra nazionale di tornare a farci sognare.

Progetti futuri?

Abbiamo candidato un nostro brano a Sanremo Campioni, grazie alla collaborazione con la Big Stone Studio di Massimo Curzio. Anche per questo brano, siamo riusciti a coinvolgere Leonardo Fiaschi (che ha prestato altre voci al pezzo), nonché il noto percussionista napoletano Tony Cercola, che ha potenziato il ritmo del brano con i suoi “attrezzi del mestiere”, soprattutto le “buattelle”. Stiamo scrivendo tanto per realizzare quanto prima un terzo disco. Nel frattempo, dopo il nostro tour estivo, ci stiamo preparando per le prossime date invernali, e soprattutto per il Festival di Sanremo.

Post scriptum?

Ci prendiamo la libertà di creare un altro punto per fare qualche ringraziamento.
Grazie a tutti coloro che ci sostengono e a tutte le comparse del nostro ultimo videoclip.
Grazie in particolare Sabino Matera, che oltre ad aver interpretato dei personaggi nel video, ha coinvolto i ragazzi della Misericordia di Andria (ringraziamo anche loro!). Grazie anche tutto lo staff dello Sport Academy Village di Andria per essersi messo a nostra disposizione.
Infine, grazie ancora a Leonardo Fiaschi e al suo manager Giuliano Freschi. Ah… e grazie ai 59 milioni e 285 mila italiani (secondo il sito True Numbers) che guarderanno, ascolteranno e soprattutto acquisteranno il nostro nuovo singolo “Cercasi Mondiale”…


Articolo precedenteStoria dei Mondiali. Italia 90
Articolo successivoThe Apulian Soundscapes
Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Puglia, ho iniziato a raccontare avventure che abbattono le barriere della disabilità, muri che ci allontanano gli uni dagli altri, impedendoci di migrare verso un sogno profumato di accoglienza e umanità. Da Occidente ad Oriente, da Orban a Trump, prosa e poesia si uniscono in un messaggio di pace e, soprattutto, d'amore, quello che mi lega ai miei "25 lettori", alla mia famiglia, alla voglia di sentirmi libero pensatore in un mondo che non abbiamo scelto ma che tutti abbiamo il dovere di migliorare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.