How many roads must a man walk down, before you can call him a man? (Bob Dylan)

L’evoluzione ci ha voluti viaggiatori, siamo viaggiatori sin dalla nascita. E anche ciò che ci porta a venire al mondo, in fondo, è un magnifico viaggio.

Forse è questo che ci spinge a partire. Nasciamo viaggiatori, lo siamo già stati e vogliamo continuare ad esserlo!

Perché l’uomo viaggia? Ognuno di noi si pone svariati obiettivi nella vita. Il più importante è il raggiungimento della felicità, una continua ricerca del proprio essere… un’analisi dettagliata di ciò che ci porta ad essere felici.

Per alcuni il “viaggio” è un vero e proprio bisogno da nutrire per appagare un’anima che ha sete di conoscenza e di confronto. È questo che distingue il viaggio da una vacanza.

Fruitori turistici sono uomini e donne che possiedono una visione completamente diversa l’uno dall’altra (o almeno questo fino a poco tempo fa, quella attuale andrebbe approfondita): in base anche ai resoconti di viaggio del passato, è facile notare come la donna si concentri maggiormente sul “come” e il “perché” degli eventi, mentre la prerogativa maschile è capire il “cosa” e il “dove” di un determinato fenomeno.

Oggi, a causa della crisi economica che attanaglia la nostra società, il viaggio è definito quasi un “fasto” che non tutti possono permettersi.

Questa è l’era dei viaggi low cost, delle vacanze a budget ridotto.

“Vento d’estate, noi andiamo al mare voi che fate?” recita una famosissima canzone di Niccolò Fabi.

Viaggi e vacanze iniziano a farsi strada prepotentemente nella testa di tutti, soprattutto di chi le attende con ansia per liberarsi dallo studio e dagli esami o per riposarsi dal lavoro (fortunato oggi chi ce l’ha!). Un modo per “staccare la spina” dalla routine. In fondo è un diritto di tutti!

Anche per questa estate 2015, le mete più ambite sono Grecia, Croazia, Spagna e Malta.

I giovani amanti della natura e delle acque cristalline, ma che non trascurano nemmeno la vita notturna, privilegiano mete quali la Grecia e la Croazia. Le isole greche predilette sono SantoriniMykonosCorfù e Zante. In Croazia ci si reca soprattutto a Dubrovnik o sull’isola di Pag.

Ibiza e Lloret del mar, in Spagna, sono da sempre al top della classifica di chi ama il divertimento sfrenato ed il mare, sono le mete preferite di chi vuole partire per “non riposarsi”.

Tra le mete di mare più vicine e low cost potete scegliere Malta le sue meravigliose isole sorelle, Gozo Comino.

A voi la scelta e ricordate sempre che il viaggio è nella testa di chi sa sognare.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMemorie di me, una donna
Articolo successivoTra Babele e anti-Babele: alla ricerca di una nuova Pentecoste
Alba Fucci
Hola! Mi chiamo Alba Fucci, ho 30 anni e studio Scienze Turistiche. Sono un agente di viaggio in continua crescita. Amo il mio lavoro per cui ritrovo sempre in esso stimoli per andare avanti, studiare, scoprire e arricchire il mio sapere. La cultura al 1° posto, sempre, e nella vita non si smette mai di imparare. Se si affrontano le cose con umiltà, ci si ritrova a fare più strada di quanto si possa immaginare…

LASCIA UNA RISPOSTA