Con il Liceo scientifico Riccardo Nuzzi e il Liceo classico Carlo Troya di Andria abbiamo messo a punto  un progetto di film durante  un corso di cinema che si è tenuto dal novembre 2017 al febbraio 2018. La realizzazione del lungometraggio richiede dei finanziamenti, una parte dei quali è stata già stanziata. Chiediamo un ultimo piccolo sforzo.

Durante il corso è stata elaborata una sceneggiatura avvincente che ruota intorno al tema del confronto dei ragazzi andriesi con gli immigrati provenienti dall’Africa; nella sceneggiatura è stata sviluppata una tematica collaterale: la necessità di valorizzare  poco note testimonianze d’arte presenti nel territorio di Andria.

Malearti  –  associazione culturale-   ha  deciso di realizzare un lungometraggio a basso budget dal titolo DAVANTI ALL’ALTRO adoperando la sceneggiatura scritta e avvalendosi del lavoro degli studenti che interpreteranno i vari personaggi del racconto.

La realizzazione del lungometraggio  richiede dei finanziamenti, una parte dei quali è stata già stanziata.

Per ultimare il film, che sarà proiettato all’inizio del nuovo anno scolastico  nei cinema di Andria, cerchiamo tante persone che intendano supportare con il loro piccolo contributo un progetto di alto valore civile e culturale,  realizzato interamente da andriesi. Cogliamo qui l’occasione per  segnalare che la colonna sonora del film è espressamente composta  dalla band Ovest di Tahiti,  giovanissimi  musicisti provenienti dagli istituti superiori andriesi.

Inviate le piccole somme che vorrete inviare al seguente IBAN: IT08P0335901600100000108675 , destinataria Associazione Culturale MALEARTI.

Grazie!

Fontehttps://pixabay.com/it/migrazione-integrazione-migranti-3129340/
CONDIVIDI
Articolo precedenteLa smorfia. Occhio al canotto!
Articolo successivoLa smorfia. Tutto(sport) su Cr7!
Redazione
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole. Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente. Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo. A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano. Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione. Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…