Nella sede della Cooperativa Primipassi, la festa prende il volo. Un fiume di gente: mamme, papà, zie e zii, nonne e nonni, ma soprattutto loro: i bambini, tantissimi, che giocano, si rincorrono, si lasciano inseguire dalle mamme, premurose e sorridenti, si arrampicano sui gonfiabili, mangiano pan brioche e nutella, si impiastrano il volto di panna…

È stata questa l’atmosfera che ha fatto da cornice all’annunciata (e attesa!) festa per i 20 anni di Primipassi, presso la sede della Cooperativa, in Via Piero della Francesca, 26, ad Andria.

E così, tra un gioco e una danza, tra Minnie e Topolino, Paperino e Paperina, un mare di foto e infiniti sorrisi, si è consumata una serata che resterà nei bei ricordi di chi l’ha vissuta.

Non è mancato il momento della preghiera, grazie alla partecipazione di don Michele Lamparelli che ha benedetto i presenti, in particolare i bambini, e l’attività di Mariarosa, Patrizia, Giovanna e Rosanna, le vere anime di una realtà che ha assunto un’identità ben precisa nel panorama cittadino e che si distingue per la qualità del suo servizio formativo.

Ne sono testimoni i genitori dei bimbi che, anche negli anni passati, sono cresciuti nell’ambiente sano e giocoso di Primipassi e che, per l’occasione, non hanno voluto far mancare la loro presenza.

Anche in questa circostanza, abbiamo voluto cogliere l’opportunità di strappare una battuta alle protagoniste. Stessa domanda, diverse risposte, ma tutte felici…

«Vi aspettavate una festa così bella? Così ricca di affetto e partecipazione?».

Giovanna: «Se dicessi che non ci speravamo, direi una bugia. Abbiamo lavorato tanto per arrivare a questa serata. Ma devo riconoscere che la sua riuscita supera di gran lunga le nostre aspettative. Un grazie di cuore a quanti hanno fatto sì che il nostro sogno si avverasse…».

Mariarosa: «Ho sempre creduto che il lavoro e il sacrificio, alla fine, pagano, ma questo nulla toglie alla mia enorme gratitudine per quanti ci hanno dato e continuano a non farci mancare la loro incondizionata fiducia».

 

Patrizia: «Quando organizzi un evento come quello della festa per i 20 anni di Primipassi, speri sempre che tutto vada per il meglio, ma non sai mai quale sarà il risultato finale. Perciò stasera sono felicissima. Il tempo di scartare i regali e domani si riparte, ma con rinnovato entusiasmo: grazie, grazie a tutti!».

Rosanna: «Quello che noi speravamo è importante, ma quello che tutti voi ci avete donato lo è molto di più!».

CONDIVIDI
Articolo precedenteUn papà per Gloria: Famiglia all’improvviso…
Articolo successivoEdouard Philippe, premier di Francia: Macron ha scelto
Redazione
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole. Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente. Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo. A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano. Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione. Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here