“Spidly” è il primo Social Media Management Tool italiano, ed è nato proprio in Andria, dalla mente della Stasbranger s.r.l., una giovane e dinamica società dedita alla progettazione e sviluppo software composta dagli ingegneri informatici Flavio Troia, Silvio Troia ed Andrea Strippoli.

Questa realtà andriese per il 3° anno consecutivo è stata selezionata per partecipare alla principale fiera italiana dedicata all’Information & Communications Technology, la cui prima edizione si è tenuta nel 1964. Infatti l’azienda è stata selezionata tra le migliori Start Up Italiane in occasione dello SMAU Milano 2013 , SMAU Napoli 2014 e SMAU Milano 2015 (che si è tenuta la scorsa settimana e più precisamente dal 21.10.2015 al 23.10.2015), suscitando l’interesse di Startupbusiness, di Giffoni Film Festival e di Agenzie di Marketing quali ShiftZero o Seat Pagine Gialle.

In Italia oggi quasi 25 milioni di persone utilizzano i social e se esiste un posto virtuale dove la gente si intrattiene, chiacchiera, si guarda in giro, praticamente come fosse in piazza o al centro commerciale, perché non deve esserci, proprio in questo posto, un’azienda o un’attività commerciale con la propria vetrina?

Da qui l’idea di creare Spidly, software che ha come scopo quello di aggiornare gli account social. Spidly è un servizio pensato per le aziende, per le pmi, per le attività commerciali e per le Web Agency, ma può essere utilizzato da chiunque abbia una pagina su Facebook o un account Twitter e vorrebbe che qualcuno o qualcosa lo aiutasse a pubblicare post o tweet. Spidly funziona grazie ad un motore semantico che, opportunamente configurato, è capace di reperire contenuti dal web, elaborarli e sottoporli all’attenzione del cliente per l’eventuale approvazione finale. Insomma, il gestore della pagina ha a disposizione uno strumento che gli prepara automaticamente dei post e dei tweet che lui può decidere se far pubblicare o meno. Il tutto grazie a degli algoritmi capaci di scandagliare il web, guidati semplicemente dalle parole chiavi impostate dal cliente.

La versione Business, quella appunto dedicata ai clienti commerciali, permette anche la gestione automatica degli album fotografici, la programmazione delle pubblicazioni e la gestione degli slogan pubblicitari. Insomma, un vero e proprio ponte di comando da dove il cliente può gestire la sua attività sui social network. Spidly si differenza dai propri competitors (su tutti Hootsuite) proprio per questo, ovvero non si occupa solo di programmare i post, bensì li propone abbattendo i tempi di ricerca che ognuno di noi utilizza per gestire i propri profili.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRiflessioni metà-fisiche, metà-serie. #3 Noi ci facciamo immagini dei fatti.
Articolo successivoCaronte
Nicola Pugliese
Sono Nicola Pugliese, un giovane commercialista di Andria. A 21 anni mi sono laureato in Economia e Commercio presso l'Università degli Studi di Bari ed a soli 24 anni ho perseguito l'abilitazione all'esercizio della professione di commercialista, risultando il più giovane commercialista d'Italia. Negli anni mi sono avvicinato sempre più, maturando una certa esperienza, al campo degli aiuti pubblici rivolti ai giovani, all’imprenditoria giovanili ed alle Start Up. Attualmente sono l'unico andriese ad esser stato selezionato dalla Regione Puglia in occasione del Bando "Giovani Innovatori". Sono solo all'inizio della mia carriera e non ho alcuna voglia di fermarmi... E adesso riparto da qui...

LASCIA UNA RISPOSTA