Il libro di Benny Fera

Riceviamo e pubblichiamo:

Martedì 12 febbraio ore 18.30 presso l’Officina San Domenico sarà presentato il libro “Il Bambino Dimenticato” di Benny Fera, a cura del Forum Città di Giovani Andria, MODAVI e con il patrocinio di Ret’Attiva.

«La logica dell’inclusività – dichiara Marco Salice, Presidente del Forum Città di Giovani Andria -, della comprensione e del sostegno attivo a soggetti affetti da disturbi specifici dell’apprendimento è una strategia didattica oggi affermata e scientificamente riconosciuta. Tale evoluzione concettuale e metodologica abbatte le barriere didattiche che un tempo isolavano ed emarginavano i DSA,  all’interno del percorso formativo e non. Il Forum Città di Giovani Andria, consapevole dell’importanza di tale tematica e convinto sostenitore della valenza formativa di attività di sensibilizzazione, promuove un dialogo con l’autore Benny Fera, testimone di quanto i disturbi specifici dell’apprendimento se non ben compresi possano ostacolare il percorso di vita dell’individuo.

Riconosciamo inoltre la sensibilità del MODAVI per la realizzazione dell’incontro e della rete inter-associativa Ret’Attiva, la quale ha condiviso sin da subito lo spirito formativo e sensibilizzante dell’evento.

Credere nei giovani vuol dire in prima istanza comprendere le loro difficoltà, cercando di abbatterle o quanto meno di fornire strumenti per affrontarle!».

CONDIVIDI
Articolo precedenteBussetti, vorrei non avere parole…
Articolo successivoOmeopatia e Fitoterapia: tra la memoria dell’acqua e la chimica delle piante
Redazione
Chi siamo? Gente assetata di conoscenza. La nostra sete affonda le radici nella propria terra, ma stende il proprio orizzonte oltre le Colonne d’Ercole. Perché Odysseo? Perché siamo stanchi dei luoghi comuni, di chi si piange addosso, di chi dice che tanto non succede mai niente. Come? I nostri “marinai/autori” sono viaggiatori. Navigano in internet ed esplorano il mondo. Sono navigatori d’esperienza ed esperti navigatori. Non ci parlano degli USA, della Cina, dell’Europa che hanno imparato dai libri. Ci parlano dell’Europa, della Cina, degli USA in cui vivono. Ci portano la loro esperienza e la loro professionalità. Sono espressioni d’eccellenza del nostro territorio e lo interconnettono con il mondo. A chi ci rivolgiamo? Ci interessa tutto ciò che è scoperta. Ciò che ci parla dell’uomo e della sua terra. I nostri lettori sono persone curiose, proprio come noi. Pensano positivo e agiscono come pensano. Amano la loro terra, ma non la vivono come una prigione. Amano la loro terra, ma preferiscono quella di Nessuno, che l’Ulisse di Saba insegna a solcare…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.