anima

Il 2015 è giunto al termine, abbiamo festeggiato, brindato, ricordato, desiderato.

Benvenuto, 2016.

Vivo intensamente questo momento, lasciare andare il vecchio e accogliere il nuovo mi emoziona e sento sempre più forte la trepidazione della fine e l’entusiasmo dell’inizio. Ricordi, salite, discese e poi sogni, desideri, progetti, buoni propositi che ciascuno di noi fa all’arrivo del nuovo.

Quando finisce un ‘viaggio’ mi volto in dietro a guardare: immagini, colori, profumi, scelgo cosa lasciare, cosa portare, cosa trasformare… uno sguardo fugace in cui passano ricordi, esperienze, incontri, sensazioni, percezioni per ritrovarmi alleggerita, cambiata, evoluta, come è giusto che sia.

Il 2015 è stato un anno intenso per me, un anno di lenti, grandi, silenziosi, solitari cambiamenti. Un anno di consapevolezza, di crescita, anche di sofferenza. Sono cambiata, mi sono ‘ri-trovata’, è come se fossi tornata a Me, finalmente libera, leggera, luminosa, tornata alla mia essenza, in quel posto sacro che è l’Anima… facilmente dimenticata. Impegni, responsabilità, distrazioni, doveri, giudizi, condizionamenti… e si dimentica la parte più preziosa. L’Anima, sede naturale di emozioni, desideri, sede di energia, di vitalità, di amore… il contatto più diretto con il nostro Dio, qualunque esso sia.

Ho vissuto questo ‘passaggio’ con uno spirito diverso, silenzioso, intimo, attento. E sereno, accogliente, denso di percezioni, sensazioni, emozioni… che mi hanno resa felice. Felice di quel che sento, di quel che vedo, di quel che riesco a dire o a non dire, a fare, a esprimere: traguardi ‘trascurabili’ ai giorni nostri, che non hanno a che vedere con successo, potere, denaro, eppure preziosi, fondamentali direi. Una concezione della vita e dei valori ribaltata rispetto ai canoni standard, una scoperta che mi ha resa piena di vita…indipendentemente da tutto e da tutti. E cambia tutto… tu, gli altri, quello che ci circonda.

Ho sentito di voler condividere con voi questo mio intimo stato d’animo, un personale modo di iniziare il nuovo anno con fiducia, fluidità e con il desiderio di augurare a tutti voi, prima o poi, un ‘risveglio dell’Anima’.

Buon Viaggio. Buon 2016.

CONDIVIDI
Articolo precedenteQuando la Befana ti vuol bene: “C’era una volta” e “Arte e poesia”, di Filomena Livrieri
Articolo successivo“D” come “Dante”…
Annalisa Lullo
Ciao sono Annalisa giornalista ed esperta di comunicazione e mediazione culturale. Collaboro da anni con la Rai, redazione e collaborazione ai testi. Mi occupo di cultura, sociale, benessere della persona e di tanto altro. Scrivo per magazine on-line e quotidiani locali. Sono una persona curiosa ed un’attenta osservatrice di tutto quello che mi circonda, è la quotidianità e l’emotività che fanno di me una ‘scrittrice di pancia’. Scrivere per me è vitale, uno sfogo, un sostegno, un modo per esprimere la mia interiorità, sensazioni, emozioni di ogni giorno…che spesso e volentieri condividerò con voi. Buona Vita