La pallamano di serie B ritorna ad Andria dopo ben 5. Il presidente Colasuonno: “Puntiamo a salire in A2 nel prossimo triennio”

L’handball torna a essere protagonista nella città di Federico II di Svevia. L’argentino con passaporto italiano classe ’91, Caleb De Angeli, firma un contratto di un anno con l’A.P.D. Fidelis Andria Handball ed è pronto a dare il suo contributo di classe ed esperienza alla giovanissima truppa andriese per affrontare al meglio il prossimo campionato di serie B. Il giocatore ha già militato in Italia nella stagione 2014-2015 in A1 nella ASD Benevento.

Oltre all’italo-argentino, la Società di Pallamano ha raggiunto l’accordo per il ritorno dei talenti di casa Riccardo Losito, pivot classe ’93, e del terzino/centrale Domenico Guglielmi, classe ’94, che hanno disputato in passato diversi campionati della “vecchia Serie C” e della stessa Serie B.

“L’ingaggio di Caleb farà notevolmente salire il livello qualitativo della squadra e l’ingaggio dei due esperti, seppur ancora giovani, andriesi darà una mano dal punto di vista fisico, soprattutto in difesa. Questi nuovi tre innesti stimoleranno sicuramente il gruppo con propensione al lavoro e al sacrificio, ingredienti fondamentali per poter lavorare forte con il nuovo mister Mariano Martin Munoz – dichiara il presidente Nunzio Colasuonno. Inoltre ufficializziamo l’iscrizione alla serie B che ritorna ad Andria dopo ben 5 anni di assenza. Puntiamo, come detto in altre sedi, a salire in A2 nel prossimo triennio, cosa che risulterà complicata al primo anno, in cui abbiamo l’obiettivo soprattutto di crescere e fare esperienza. Con l’annuncio di queste tre novità e con la conferma tutti i ragazzi del settore giovanile, la nostra rosa è pressoché al completo”.

Intanto i ragazzi dell’UNDER 18 si stanno allenando per la seconda partecipazione consecutiva al torneo internazionale dell’Interamnia World Cup che si svolgerà a Teramo dal 5 all’11 luglio.

Fontewikimedia commons
CONDIVIDI
Articolo precedenteI quarant’anni di Vasco
Articolo successivoTrione: “La famiglia non è un luogo di passaggio”
Miky Di Corato
Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Puglia, ho iniziato a raccontare avventure che abbattono le barriere della disabilità, muri che ci allontanano gli uni dagli altri, impedendoci di migrare verso un sogno profumato di accoglienza e umanità. Da Occidente ad Oriente, da Orban a Trump, prosa e poesia si uniscono in un messaggio di pace e, soprattutto, d'amore, quello che mi lega ai miei "25 lettori", alla mia famiglia, alla voglia di sentirmi libero pensatore in un mondo che non abbiamo scelto ma che tutti abbiamo il dovere di migliorare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here