La notizia, in realtà, non è nuova, ma è di quelle che fa sempre piacere sentirsi ripetere: il gelato non fa male, anzi sembra proprio che faccia bene!

Con il caldo che ormai ha preso stabile dimora nei nostri giorni, la tentazione di un buon gelato è sempre dietro l’angolo, pedinata, però, a vista dai sensi di colpa legati a problemi di linea e di salute…

Tranquilli! Chi l’ha detto che il gelato fa male?

A dirla tutta, un gelato non è un semplice peccato di gola, ma rappresenta un alimento capace di produrre non pochi benefici al nostro organismo. Intanto un buon gelato è ricco di calcio e vitamina B e, se optiamo per i mille gusti alla frutta, è adatto anche ad una dieta ipocalorica. Ovvio, bisogna tener d’occhio alle porzioni, ma questa è una regola che vale con qualsiasi tipo di cibo.

Più esattamente, le calorie sono stimabili, in media, attorno alle 150 kcal su 100 grammi, per il gelato alla frutta, e sono circa il doppio per la stessa quantità di gelato con i gusti alla crema.

Inoltre, se optiamo per il gelato alla frutta, scegliamo di fare il pieno di antiossidanti. Se cediamo ad un gelato alla crema, allora apportiamo al nostro organismo le proteine del latte e delle uova. In più, ogni volta che mangiamo un gelato riceviamo un considerevole apporto di sali minerali, grassi di facile digestione e fosforo.

Una serie di caratteristiche che, ad esempio, rendono il gelato altamente consigliabile per chi pratica sport, in particolare nei mesi estivi. Peraltro, ogni gelato è ricco di acqua e aiuta a reintegrare i liquidi persi durante la sudorazione, mentre lattosio e saccarosio agevolano il metabolismo dei globuli rossi e del tessuto nervoso.

Una chicca: se vi piacciono la nocciola o il pistacchio, sappiate che sono ricchi di omega 3 e omega 6, ottimi contro l’invecchiamento cellulare. E che dire di studi scientifici che attestano che mangiare il gelato stimola il buon umore quanto ascoltare la propria musica preferita? In effetti, l’assorbimento degli zuccheri attiva la corteccia orbito-frontale, mettendo così in moto il circuito del piacere.

Che dire ancora? Se tutte queste ragioni non vi hanno ancora convinto, seguite il consiglio di A muso duro, la celebre canzone di Pierangelo Bertoli: lasciate da parte le “masturbazioni cerebrali” e mangiatevi un gelato per il solo “gusto” di farlo!