Andria

Corso Cavour

  • Ehi, ciao Bianca!
  • Ciao Maria!
  • Come stai? Sei sempre bella.
  • Non esagerare. Tu che fai? Finito di studiare economia?
  • Sì. Finalmente. Ho saputo di tua sorella.
  • Cosa?
  • Che chiude la Libreria. Mi dispiace tantissimo.
  • Eh, sì.
  • Io ci passo tutti i giorni davanti alla libreria Guglielmi. Da quando ero piccola. Non riesco ad immaginarmi il fatto che non ci sarà più.
  • Ma non c’è già più. Hai presente la libreria che sta in fondo?
  • No.
  • Smontata. È stato tutto rimosso. Anche le altre più piccole. Quella dietro il banco e il mobile per i giornali. Al momento c’è solo il bancone ma presto sparirà anche quello.
  • Mi dispiace davvero tanto. È un lutto per la città. Da piccola era un mio punto di riferimento. Mi portava mio nonno che comprava il giornale.
  • Dispiace a tutti. Ognuno ha i suoi ricordi lì.
  • È anche per questo che mi dispiace. Adesso dove compreremo i libri?
  • Addirittura. Ci sono altre librerie ad Andria. C’è l’ipercoop che vende anche i libri, la Feltrinelli a Bari. Ma perché tu leggi?
  • No.

Bianca Peloso

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAlfonso Leonetti. Una vita da Odysseo
Articolo successivoPensieri
Bianca Peloso
Ho studiato Filosofia all'Università degli Studi di Bari. Poi produzione cinematografica e televisiva a Roma. Amo il racconto. Scritto e fotografato. Mi piace molto scrivere ma di più leggere. I libri sono miei compagni preferiti. Amo le persone, la storia che ognuno di noi è e racconta vivendo. La strada è il mio teatro preferito ed ogni giorno sa donarmi la meraviglia di cui non sono mai sazia.

LASCIA UNA RISPOSTA