Vi ricordate quando avevamo parlato di Dove e della sua comunicazione a favore della bellezza autentica delle donne vere, quelle che hanno il coraggio di essere semplicemente se stesse? Bene, oggi ci prova un brand che non sembra ottenere proprio lo stesso risultato.

Mi riferisco ad acqua Vitasnella, meglio conosciuta da tutti come l’acqua che elimina l’acqua. Quella che, vuoi per il design della bottiglia vuoi per il claim e il nome stesso (Vita-snella), è sempre stata nell’immaginario di tutte l’acqua che ti fa sentire bene e ti aiuta a mantenere la linea. A rafforzare questa percezione il brand si impegna in diversi progetti moda e sport coinvolgendo madrine tra blogger e celebrieties che proprio fuori forma non sono. Ma andiamo avanti…

IL VIDEO The Perfect Woman racconta di una donna sottoposta al giudizio e alle modifiche di 8 sconosciuti in real time mediante una tecnologia molto avanzata di video mapping. Il render finale, ottenuto sommando tutte le modifiche richieste, anziché essere perfetto risulta solo più artificiale. Il video si conclude con la ragazza che sorseggia acqua Vitasnella e sorride in camera, soddisfatta di essere così com’è, incurante dei giudizi altrui.

Proprio questo sorriso però manda in confusione e lascia perplesse diverse utenti su Facebook. Leggete un po’ qui:

Utente: Non comprerò mai più acqua Vitasnella a me il video dice “donne non siete perfette cambiate”. A parte il fatto che non ho mai detto ad una sorella o amica che devono cambiare qualcosa del loro corpo.

Utente: Non so se sia già stato scritto, molti sono i commenti – in ogni caso un brand che si chiama VitaSNELLA di certo suggerisce che giro vita deve avere una donna. Un po un controsenso che dite?

Utente: Guardando questo video mi sento più brutta di prima

Acqua Vitasnella: Ciao, con The Perfect Woman stiamo cercando di lanciare un messaggio di solidarietà verso tutte le donne. Speriamo che riguardandolo tu ti ricreda, e comunque per noi sei bellissima. 

Utente: Grazie… Comunque avrebbe avuto più senso mostrare alla fine del video tutte le diverse versioni modificate dalle persone, sottolineare la diversità di ciascun risultato in quanto ogni persona aveva modificato il modello in base alla sua propria visione, ribadire che la bellezza è soggettiva… E quindi è meglio restare come piace a noi.

LA RISPOSTA – Il brand chiarisce la propria posizione rispondendo: «Vogliamo comunicare un semplice messaggio: il concetto di bellezza è personale e imparare a volersi bene aiuta a renderci più belli. La bellezza perfetta non esiste e ogni donna potrà essere sempre bellissima essendo semplicemente se stessa, al meglio». E inoltre: «Con The Perfect Woman noi non vogliamo assolutamente alimentare l’idea che si debba essere belle e magre, ma cerchiamo di dire a tutte le donne che bisogna stare bene con se stesse, senza farsi influenzare da giudizi».

Pare però che detto da un brand come Vita-snella non sia molto più attendibile come spiegazione.

A questo punto – stando alle dichiarazioni di Alessandro Orlandi, Creative Director di Saatchi&Saatchi – la cosa va presa con filosofia: nel bene o nel male l’importante è che se ne parli.

E voi che ne dite? Il contenuto è stato chiaro o siete tra coloro che hanno commentato il post dalla prima volta in cui l’hanno visto?

LASCIA UNA RISPOSTA