L’ alimento di cui oggi parleremo è la mela! Dal momento in cui avrebbe causato le sventure di Adamo ed Eva (che, in realtà, mangiarono il frutto della “conoscenza del bene e del male “) ad oggi, la mela si è riscattata e rende sempre più attuale il proverbio che dice: “Una mela al giorno toglie il medico di torno”.
Vi siete mai chiesti il perché ? Perché la mela è un vero e proprio farmaco che la natura ci ha donato! I principi attivi delle mele sono la notevole quantità di polifenoli (degli antiossidanti) che rallentano l’ossidazione e di conseguenza riducono la formazione di radicali liberi che sono causa dei danni alle cellule dei frutti e degli uomini. Gli effetti si notano anche quando sbucciamo una banana oppure puliamo i carciofi: dopo pochi minuti questi diventano neri! Gli antiossidanti sono intervenuti difendendo il frutto dall’ossigeno e sacrificando se stessi.
Inoltre, la mela contiene vitamina C e migliora le nostre difese immunitarie. Ottima per la dieta dei diabetici, è la “mela verde”, chiamata “Granny Smith”, per la presenza di pectine capaci di tenere a bada la glicemia. Tra l’altro, ogni mela riduce il colesterolo cattivo, LDL e aumenta quello buono, HDL, e, per di più, ha poche calorie: dalle 70 alle 100.

Davvero, la mela va vista come un prezioso regalo della natura!
Ma, oggi, la mela che ogni giovane desidera acquistare, è quella tecnologica, meglio conosciuta come Apple: il prodotto dell’azienda informatica fondata nel 1976 da Steve Jobs, e dal 2012 diventata la società con maggior capitalizzazione del mercato, di gran lunga superiore alla Microsoft.
Sul logo utilizzato ed ormai noto in tutto il mondo quale simbolo della più prestigiosa produzione tecnologica, sono sorte diverse leggende. Con certezza conosciamo solo il primo logo della Apple, disegnato a mano con la china, ed usato nelle brochure, nel quale è raffigurato Isaac Newton intento a leggere un libro sotto un albero con una mela luccicante; una stoffa avvolgeva l’icona con su scritto “Apple Computer Co.”, che su apparecchi piccoli appariva poco chiara. Per evitare l’inconveniente, si passò dall’ingrandimento della mela luccicante, alla mela morsicata con ben sei fasce di colori diversi in maniera orizzontale, e tale rimase sul mercato per ben 21 anni. Nel marzo del 1998, si decise di creare una mela più elegante e allo stesso modo più sobria, tale da rispecchiare l’azienda: le furono tolte le bande colorate. La mela è ancora oggi di un unico colore: bianco o nero.
Il morso sta ad indicare l’invito ad assaporare i prodotti Apple.
Quando, però, parliamo di alimentazione sana e di salute, e vogliamo togliere di mezzo il medico, il morso “apple” non ha più senso; occorre una mela naturale e possibilmente ogni giorno !
Le mele possono anche essere elementi interessanti per la creatività in cucina ed essere usate anche per la decorazione nei buffet di dolci e frutta, come nella realizzazione dei cigni rossi della foto. In proposito allego un video che vi aiuterà a realizzarli per i vostri buffet tra amici. Buona fortuna!


P.S.: un suggerimento se nessuno dovesse mangiare i vostri cigni oppure se non siete riusciti a renderli presentabili, li potete recuperare facendo o una torta di mele o un strudel con pinoli e uva passa.

Antonio Abruzzese


[Foto copertina: guidecucina.pianetadonna.it ]

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA