La Casa di Accoglienza di Andria nasce nel 1999 dopo la ristrutturazione della ex Casa delle Figlie della Carità di San Vincenzo De Paoli, luogo storico in città dell’accoglienza delle varie povertà.

La gestione della Casa di Accoglienza, nel novembre del 2001, veniva affidata all’Ufficio per le Migrazioni della stessa Diocesi per una maggiore vicinanza agli immigrati, il cui numero andava aumentando sempre più negli anni. Nel tempo, Casa Accoglienza è divenuta, nell’immaginario comune, il luogo naturale per l’esercizio costante della carità nella Città.

Casa Accoglienza “Santa Maria Goretti” è in prima fila nell’offrire ai migranti, ai poveri ed agli emarginati una vasta gamma di interventi sul piano dell’assistenza sociale e della promozione umana del rispetto delle norme, dei diritti ma anche dei propri doveri.

I servizi che si sono attivati da subito sono: Mensa della Carità, Servizio Doccia, Distribuzione Indumenti. In seguito si sono attivati anche i seguenti servizi: Centro di Ascolto, Infermeria, Accoglienza notturna (presso il “Rifugio Mosca”, sito nella stessa Casa Accoglienza in Via Quarti, 7 e la Casa Accoglienza “Onesti” sito in Via S. Maria dei Miracoli, 44/50 per singoli e nuclei famigliari), Sacchetto viveri per adulti e neonati, Percorso educativo (in collaborazione con il Tribunale di Trani e il Ministero della Giustizia e i Servizi Sociali Territoriali), Corso di lingua Italiana, Servizio Accoglienza Migrati: (orientamento al lavoro, alla soluzione abitativa, consulenza legale, orientamento ai servizi territoriali, assistenza finanziaria, servizi di custodia), Servizio Visite Domiciliari, inoltre, a fronte di nuove emergenti povertà di tipo morale (depressione, ludopatia, tossicodipendenza…), si è aggiunto il Servizio Accompagnamento presso Servizi Pubblici Territoriali.

Una preziosa azione di supporto e collaborazione nella gestione della Casa di Accoglienza è fornita dalle Comunità Ecclesiali, da alcune Associazioni di volontariato ecclesiale, di ispirazione cristiana e non; dalle Comunità scolastiche, da diversi privati e da molteplici attività imprenditoriali presenti nell’intero territorio provinciale; oltre ad esse dal “carisma di accoglienza e carità” della Casa Accoglienza nascono l’Associazione di Promozione Sociale “Migrantes”, la Cooperativa Sociale di Solidarietà “Liberi”, l’Associazione di Volontariato “Salah” e altre realtà associative operanti nel territorio, tanto da far scaturire una cultura del sociale che comincia a porre in primo piano la “Persona e non più il bisogno” e a renderle, finalmente, un po’ di giustizia.

  • Le attività dell’Associazione di Promozione Sociale Migrantes hanno avuto l’avvio nel 2003 e negli anni si sono evolute per assecondare le richieste di aiuto che via via si andavano evidenziando sul territorio.

Servizi: Tutor life, Sportello Sociale (Andria e Canosa), Sportello per l’integrazione socio-sanitaria       degli Immigrati (Andria e Canosa, Spinazzola e Minervino Murge).

Progetti: Rete di Pronto Intervento Sociale

Centro diurno per minori: Fratello Sole (Canosa)

Case di accoglienza per adulti in difficoltà: San Vincenzo de Paoli (per uomini) e Chiara Lubich (per donne).

Case di accoglienza per richiedenti protezione umanitaria: Ghandi e Sant’ Andrea.

Casa Santa Croce: bene confiscato alla criminalità vuole essere un occhio vigile, che sia in grado di illuminare tutte quelle situazioni di degrado, emarginazione, ingiustizia, violenza, sopraffazioni al fine di ridonare agli uomini dignità e fiducia in se stessi, nei diversi operatori sociali e nelle istituzioni statali. Destinato a Persone, andriesi e non, che vivono in condizioni socio-economiche disagiate, a Giovani con problematiche connesse alle precarietà del momento, a Rifugiati Politici e richiedenti protezione umanitaria (Progetto SPRAR in collaborazione con il Ministero dell’Interno) e Migranti provenienti dall’emergenza “Mare Nostrum”.

  • Le attività della Cooperativa Sociale di Solidarietà Liberi hanno avuto l’avvio nel 2009 con l’ intento di sviluppare un impresa sociale nella logica del “bene comune” e non particolaristico, con la consapevolezza di avere un ruolo attivo e propositivo nella costruzione partecipata di un “benessere” condiviso e responsabile.

Servizi: per l’attività socio-psico-pedagogica di assistenza educativa scolastica, di prevenzione del disadattamento scolastico sociale; nel settore dell’educazione degli insegnamenti, con particolare riguardo della sperimentazione della ricerca educativa; sostegno scolastico specialistico; attività psico-motoria, ludica e sportiva; supporto psicologico; piano educativo individualizzato per minori ed adulti.

Case di accoglienza per adulti in difficoltà: Ricominciamo, Si.lo.è, Zoè, (per uomini) Domus Aurea (per donne).

Centro socio-educativo diurno: Stelle in viaggio.

Comunità educativa per minori: Hansel&Gretel

  • Le attività dell’Associazione di Volontariato Salah svolge funzioni di servizio sociale e assistenziale a favore dei richiedenti asilo politico, degli immigrati e delle loro famiglie, degli indigenti, dei bisognosi e degli emarginati in evidenti situazioni di disagio sociale ed economico.

Servizi: Assistenza sociale e socio sanitaria; Ricerca ed erogazione di servizi attinenti ai diritti sociali e civili; Interventi formativi, informativi e di volontariato.

Case di accoglienza per richiedenti protezione umanitaria: Bakita.

Casa di Accoglienza “Santa Maria Goretti”, in un contesto cittadino in cui l’immigrazione e il disagio sociale sono una realtà per la quale non si poteva più indugiare o esserne indifferenti, è un esempio splendido di solidarietà umana verso persone immigrate ed emarginate.

Casa Accoglienza è un cortile dalle mura ruvide, forti e custodi di umanità. Un selciato pulito di incontri per uomini, donne e bambini nessuno escluso. Una porta che offre ragioni di speranza e sa dar conto di tutti gli aspetti dell’esistenza umana, dove diventa carne quella cultura inclusiva a misura d’uomo.

Ciò che rende significativa la nostra vita per gli altri, ciò che rende eterno il ricordo di noi, è la voglia di incidere positivamente nella vita degli uomini, con gesti quotidiani, autentici e sobri, dove l’ordinario diventa straordinario e le logiche mondane si capovolgono affermando la bellezza della vita con disarmante semplicità verità e giustizia.

Per info e contatti, cliccare su Casa Accoglienza “Santa Maria Goretti

CONDIVIDI
Articolo precedenteBraccianti stranieri e caporalato, in Puglia e nella Bat
Articolo successivoGioventù Ribelle
Geremia Acri
So che tutto ha un senso. Nulla succede per caso. Tutto è dono. L'umanità è meravigliosa ne sono profondamente innamorato. Ciò che mi spaventa e mi scandalizza, non è la debolezza umana, i suoi limiti o i suoi peccati, ma la disumanità. Quando l'essere umano diventa disumano non è capace di provare pietà, compassione, condivisione, solidarietà.... diventa indifferente e l'indifferenza è un mostro che annienta tutto e tutti. Sono solo un uomo preso tra gli uomini, un sacerdote. Cerco di vivere per ridare dignità e giustizia a me stesso e ai miei fratelli, non importa quale sia il colore della loro pelle, la loro fede, la loro cultura. Credo fortemente che non si dia pace senza giustizia, ma anche che non c'è verità se non nell'amore: ed è questa la mia speranza.

2 COMMENTI

LASCIA UNA RISPOSTA