Abbiamo bisogno di fermarci, fare silenzio, creare spazio, disegnare una scala immaginaria ed iniziare il cammino dal profondo.

Benessere, armonia, unione… Osservo nel mondo in cui ho scelto di vivere il bisogno diffuso e la ricerca spasmodica della Felicità. Un’esigenza lecita, un bisogno naturale… anche io cerco la Felicità e mi impegno a realizzarla in ogni piccola e trascurabile circostanza del quotidiano, dall’abito che indosso al cibo che mangio, dalla parola che dico al sorriso che dono, dalle azioni che compio alle cose che accolgo… ognuno conosce quello di cui ha bisogno, che lo fa stare bene e lo aggrada… la svolta è ascoltarlo, riconoscerlo, accettarlo.

L’aspirazione ad uno stato di Benessere, armonia, unione è la solida base per una vita fiorente ed appagante. Reale e realizzabile, un modo di Essere fatto di scelte e di direzioni orientate verso un equilibrio che consenta fluidità nel rapporto con se stessi, nella relazione con l’altro, nello scambio col mondo.

Ciascuno di noi è meritevole di Bellezza, una consapevolezza profonda che bisogna ritrovare e nutrire nel dentro verso il fuori… e la Vita cambia.

Il punto è che spesso si cerca il cambiamento fuori, si reclama, ci si lamenta senza impegno e concrete azioni. Si chiede e si pretende che qualcosa arrivi attraverso una persona, per mezzo di una situazione, con un lavoro…E noi?

Noi cosa siamo disposti a fare, a muovere, a spostare, a stravolgere… per cambiare in meglio la nostra Vita?

Attribuiamo responsabilità esterne perdendo di vista il potere che abbiamo sulla nostra vita e la facoltà di scegliere in ogni circostanza. Scegliere i sì e i no, scegliere di andare, di chiudere, di fare, di accettare, di esprimere, di sapere, di conoscere…

Ogni sana soluzione ai nostri fantasmi è dentro, negli abissi del nostro Anima, inutile cercarla in luoghi che non ci appartengono, accanendoci contro cose, persone e situazioni che sono fuori.

Abbiamo bisogno di fermarci, fare silenzio, creare spazio, disegnare una scala immaginaria ed iniziare il cammino dal profondo. Senza girarsi intorno, stremarsi, guardare indietro o troppo avanti, quello è un modo come un altro per distrarsi, distogliere l’attenzione da quel che conta davvero, alimentare una ricerca estenuante che può placare il vuoto momentaneamente…con un velo che presto si perderà.

Presenza, Ascolto, riconoscimento di uno spazio per se stessi, uno spazio Sacro.

Una fluida rotazione della testa, uno sguardo ampio verso il dentro e l’inizio di un meraviglioso viaggio nell’esplorazione di sé… in ogni sua parte.

Una ritrovata cura, accessibile, pratica, economica… che conduce al Benessere interiore e ad uno stato di Pace ed Integrità che è Amore puro nel dentro verso il fuori, nel fuori verso il dentro.

Felicità… un concetto astratto apparentemente arduo da raggiungere, impegnativo da realizzare, di certo possibile…in movimento.

Consapevolezza agita… un continuo, attento, sottile, danzante moto ondoso da cui può nascere un Nuovo giorno e prendere vita il Nuovo Sole!

CONDIVIDI
Articolo precedenteIndispensabili canzoni d’Amore. Intervista a Valeria Mosca
Articolo successivoGiornata Mondiale dei Poveri
Annalisa Lullo
Ciao sono Annalisa giornalista ed esperta di comunicazione e mediazione culturale. Collaboro da anni con la Rai, redazione e collaborazione ai testi. Mi occupo di cultura, sociale, benessere della persona e di tanto altro. Scrivo per magazine on-line e quotidiani locali. Sono una persona curiosa ed un’attenta osservatrice di tutto quello che mi circonda, è la quotidianità e l’emotività che fanno di me una ‘scrittrice di pancia’. Scrivere per me è vitale, uno sfogo, un sostegno, un modo per esprimere la mia interiorità, sensazioni, emozioni di ogni giorno…che spesso e volentieri condividerò con voi. Buona Vita

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here